Napoleone ad Austerlitz

Austerlitz

FRANCIA, ITALIA, JUGOSLAVIA, LIECHTENSTEIN - 1960
Quattro mesi dopo la firma del trattato di Amiens, Napoleone, mediante un referendum, ottiene il consolato a vita. Quando William Pitt, succeduto a Fox nella direzione della politica inglese, rifiuta di mantenere gli impegni assunti verso la Francia, il Primo Console raduna una grande armata per invadere l'Inghilterra. Mentre Inghilterra e Russia si alleano per combattere la Francia, Napoleone decide di affermare definitivamente il suo potere assoluto. La Repubblica Francese è trasformata in un impero ereditario: l'incoronazione dell'imperatore ha luogo il 2 dicembre 1804. La flotta francese viene bloccata da Nelson a Cadice: Russia ed Austria sono pronte a marciare contro la Francia. Napoleone cambia fulmineamente i suoi piani: l'armata francese, fatto dietro-front, raggiunge l'Austria a marce forzate. Stabilito il suo quartiere generale a Schoenbrunn, l'imperatore decide di attaccare le armate riunite austro russe, sensibilmente più forti della sua, prima che rinforzi prussiani vengano ad aumentare ancora la sproporzione. Il 2 dicembre, anniversario dell'incoronazione, l'armata francese batte le armate nemiche in un'accanita battaglia, in cui generali e marescialli dell'Impero si coprono di gloria. Napoleone accorda a Francesco II un armistizio e libera i prigionieri russi e austriaci: egli spera che tutti i popoli del mondo si uniscano per abolire la guerra.
  • Altri titoli:
    La battaglia di Austerlitz
    The Battle of Austerlitz
  • Durata: 165'
  • Colore: C
  • Genere: STORICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM, DYALISCOPE, EASTMANCOLOR
  • Produzione: ALEXANDRE E MICHEL SALKIND PER GALATEA FILM, DUBRAVA FILM, CFPI, LYRE FILMS, MICHAEL ARTHUR FILMS
  • Distribuzione: LUX - FONIT CETRA VIDEO

CRITICA

"Alla prima parte lenta e frammentaria, circoscritta alla vita privata di Napoleone, alla descrizione della sua corte, e condotta in un tono caricaturale di dubbio gusto, fa seguito una accurata ed efficace ricostruzione della battaglia di Austerlitz, che senza dubbio riscatta il film dalla mediocrità cui sarebbe stato altrimenti condannato. Degne di lode la regia e l'interpretazione; d'effetto il colore e il commento musicale." (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 48, 1960)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy