MI CHIAMAVANO REQUIESCAT... MA AVEVANO SBAGLIATO

ITALIA - 1973
Finita la Guerra di Secessione, il capitano nordista Jeff Mulligan cade nelle mani di n fuorilegge, Muchedo, capo di una banda di ex-sudisti. Per vendicare alcuni compagni, che l'ufficiale ha fatto impiccare, il bandito ferisce Mulligan all amano destra, lasciandolo poi, legato a un palo, all'interno di un forte abbandonato, convinto così di destinarlo ad una morte sicura. Mulligan, però trovato da una giovane donna indiana, si salva, pur restando monco, rintraccia Muchedo e quando costui svaligia la banca di un villaggio riesce, scienza svelarsi, a impossessarsi di tutto l'oro rubato. Il bandito, dopo aver ingiustamente accusato un compagno, non tarda tuttavia a scoprire la verità e a catturare Mulligan. Ma l'ufficiale non parla, per cui Muchedo finge di farselo scappare, per poterlo seguire e arrivare all'oro. E' quello che voleva Mulligan, il quale, nascosto in un villaggio abbandonato, attende l'arrivo dei banditi, li stermina e infine, in un duello faccia a faccia con Muchedo, uccide anche lui.
  • Durata: 83'
  • Colore: C
  • Genere: WESTERN
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA EASTMANCOLOR
  • Produzione: NEW FILMS (ROMA) COPERCINES (MADRID)
  • Distribuzione: VARIETY
  • Vietato 14

CRITICA

Noiosa storia - lentissima nel ritmo e priva di qualsiasi originalità - del perseguimento di una vendetta, il film ha come sola materia di spettacolo il sadismo, nell'esercizio del quale sono accomunati sia al cosidetto "buono", sia i suoi "cattivi" avversari. (Segnalazioni Cinematografiche).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy