Menzogna

ITALIA - 1952
Luisa Sangro, giovane e ricchissima vedova, è da un anno l'amante di Fabrizio, il suo cameriere, che la domina e le spilla denaro. Per sottrarsi alla degradante schiavitù, Luisa parte improvvisamente e si rifugia in un villaggio di pescatori dove prende in affitto una villetta appartenente a Rocco, proprietario di una flottiglia da pesca. Rocco è innamorato di Mariella, ma la fanciulla ama Gianni, imbarcato su una delle barche di Rocco, che alla prima occasione lo licenzia. Approfittando di una cambiale scaduta che il padre di Mariella non può pagare, Rocco l'induce a promettergli la mano della figliola. Intanto Gianni, rimasto senza lavoro, è entrato al servizio di Luisa come barcaiolo: questa s'innamora del bel marinaio, che a sua volta non sa resistere alla seduzione della procace cittadina. Conosciuta la tresca, Mariella si reca da Luisa e la convince ad allontanare da sé Gianni. Riappare intanto Fabrizio che, respinto da Luisa, l'uccide e fugge. Le accuse cadranno su Gianni e Mariella tenterà di salvarlo, perdendo prima il suo onore e poi ammalandosi gravemente. Tuttavia, la giustizia trionferà.

CAST

NOTE

- REVISIONE MINISTERO MAGGIO 1997.

CRITICA

"Nella realizzazione di questa sconclusionata vicenda si nota una certa larghezza di mezzi, accoppiata all'assenza dei necessari requisiti artistici e tecnici." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 32, 1952)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy