MANI DI PISTOLERO

ITALIA - 1965
MANI DI PISTOLERO
Dan Murphy, ex pistolero sul quale pende una taglia si è sposato e da tempo conduce una vita irreprensibile. Un giorno, però viene scoperto da uno sceriffo che, nel tentativo di fermarlo, gli uccide il figlio. Disperato, Dan rapisce il figlioletto dello stesso sceriffo e, accompagnato dalla moglie, fugge lontano ove tenta di ricostruirsi un nome ed una esistenza onorati. Ma il suo sogno di pace viene bruscamente interrotto da due circostanze: le prepotenze dei fratelli Castell e la comparsa di un emissario dello sceriffo al quale Dan ha rubato il figlio. Messo alle strette, Dan deve ricominciare la sua professione di pistolero ed eliminare ad uno ad uno i Castell ed è costretto, inoltre, a restituire il figlio allo sceriffo. Ma in seguito, depresso per la mancanza del piccolo e sordo alle implorazioni della moglie, parte per raggiungere il ranch dove vive lo sceriffo e nel duello che segue, prima di morire, riesce ad ucciderlo.
  • Durata: 77'
  • Colore: C
  • Genere: WESTERN
  • Specifiche tecniche: TOTALSCOPE EASTMANCOLOR
  • Produzione: PEA CINEMATOGRAFICA (ROMA), C. C. ASTRO (MADRID)
  • Distribuzione: PEA

NOTE

TITOLO SPAGNOLO: EL OCASO DE UN PISTOLERO.
TITOLO FRANCESE: DANS LE MAINS DU PISTOLERO.
REVISIONE MINISTERO NOVEMBRE 1999

CRITICA

"(...) I personaggi cambiano di nome, ma le azioni di questi "spaghetti-western" no. Cavalcate, scontri armati e non e... Craig Hill che si dimena più che può". (Anonimo, "Cinéma et Télécinéma", 448/449, settembre 1969).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy