Le ricamatrici

Brodeuses

FRANCIA - 2004
Le ricamatrici
Claire ha 17 anni ed è una ragazza timida e scontrosa. Quando scopre di essere rimasta incinta cerca riparo nella bottega della signora Mélikian, ricamatrice di abiti di alta moda. Giorno dopo giorno, ricamo dopo ricamo, tra le due donne s'instaura un rapporto intenso in cui la ragazza apprende ad essere madre.
  • Altri titoli:
    A Common Thread
    Brodeuse
  • Durata: 88'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM (1:1.85)
  • Produzione: ALAIN BENGUIGUI E BERTRAND VAN EFFENTERRE PER SOMBRERO PRODUCTIONS, MALLIA FILMS, RHONE-ALPES CINEMA
  • Distribuzione: BIM (2005)
  • Data uscita 27 Maggio 2005

NOTE

- PRESENTATO IN CONCORSO ALLA 43MA "SEMAINE INTERNATIONALE DE LA CRITIQUE", CANNES 2004.

CRITICA

"Se, all'inizio, 'Le ricamatrici' sembra battere la bandiera del naturalismo, l'arrivo di Claire dalla signora presso la quale vuole lavorare cambia il tono della rappresentazione. Al debutto nel lungometraggio, Eléonore Faucher applica le regole di madame Melikian realizzando un film artigianale, preciso nei dettagli, disalienato come il lavoro delle due protagoniste. Fotografate da Pierre Cottereau, le immagini emanano un'impressione tattile; i colori assumono un'importanza fondamentale; le luci sono sempre giuste. Consapevole di poter lacerare il delicato tessuto del film, la cineasta non spinge mai troppo sulla regia e adotta un montaggio sommesso." (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 27 maggio 2005)

"Esistono ancora film fatti da donne e per donne? Certo, anche se i primi che dovrebbero vederli sono gli uomini. Come 'Le ricamatrici', debutto premiato a Cannes 2004 di Eléonore Faucher, sicura ma non presuntuosa. (...) Così, inquadratura dopo inquadratura, sguardo dopo sguardo, la Faucher ricama una pellicola di rilassante naturalezza. Un'occasione da non perdere, per un uomo, di spiare delle donne molto brave. A recitare, dirigere un film e ricamare il bello dal doloroso tessuto della vita." (Francesco Alò, 'Il Messaggero', 3 giugno 2005)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy