Le 24 ore di Le Mans

Le Mans

USA - 1971
Le 24 ore di Le Mans
Il pilota Michael Delaney, giunge a Le Mans per partecipare alla "24 ore", una delle più, massacranti e insidiose corse automobilistiche del mondo. La sua ansia interiore è accresciuta dalla presenza tra gli spettatori della vedova di Belgetti, un pilota morto l'anno precedente su quello stesso circuito nel corso di un incidente del quale rimase coinvolto - fortunatamente senza conseguenze - egli stesso. Cominciata la corsa, Delaney si porta subito in testa la sua Porsche n. 20; successivamente, ceduta la guida al suo secondo pilota, si concede un breve turno di riposo al box, durante il quale ha modo di scambiare alcune parole con la vedova di Belgetti. Nel frattempo, la corsa viene caratterizzata da una serie di incidenti, facilitati dall'asfalto reso viscido da un'insistente pioggia. Lo stesso Delaney, ritornato alla guida, sbanda paurosamente, fracassando la propria macchina ma uscendo miracolosamente illeso. Approfittando di una sosta della Porche n. 21 pilotata da Ritter, il dirigente della casa tedesca ne affida la guida per l'ultima frazione a Delaney. Al termine delle ventiquattrore di corsa, risulta vincitrice la Porche n. 22 di Larry Wilson, mentre Delaney si piazza al secondo posto precedendo la Ferrari n. 8 di Eric Staler.
  • Altri titoli:
    Las 24 horas de Le Mans
  • Durata: 108'
  • Colore: C
  • Genere: DOCUMENTARIO, SPORTIVO
  • Specifiche tecniche: PANAVISION, 35 MM GONFIATO A 70 MM (1:2.35) (70 MM: 1:2.20) - EASTMANCOLOR
  • Produzione: CINEMA CENTER FILMS, SOLAR PRODUCTIONS
  • Distribuzione: TITANUS - DOMOVIDEO

CRITICA

"Privo di un vero e proprio intreccio, il film vuole essere soprattutto un documentario in cui campeggiano come protagonisti la corsa e il pubblico. Se tale impostazione sottrae alla pellicola gli elementi romanzeschi e i toni lirici che solitamente caratterizzano prodotti del genere, le conferisce però validi spunti per un dibattito sulla ragion d'essere di tale costose e pericolose manifestazioni. Particolarmente efficaci sono alcune sequenze di corsa, particolarmente quelle relative agli incidenti". ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 74, 1973)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy