La vida de los peces

CILE - 2010
3/5
La vida de los peces
Il 33enne Andres torna in Cile dopo aver passato gli ultimi dieci anni in Germania, a Berlino. L'uomo conduce una vita solitaria, senza legami particolari e il suo viaggio in patria servirà per risolvere alcune questioni rimaste in sospeso prima della sua partenza. In occasione di un compleanno incontrerà gli amici d'infanzia con cui, però, ha oramai poco in comune ma, soprattutto, Beatriz, l'amore della sua vita con cui ha una relazione rimasta irrisolta...
  • Durata: 82'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM
  • Produzione: CENECA PRODUCCIONES, ARTE FRANCE, TELEVISIÓN NACIONAL DE CHILE

RECENSIONE

di Federico Pontiggia

33 anni, da dieci a Berlino, giornalista di viaggi: Andrés torna in Cile per una vacanza e, durante una festa di compleanno, riscopre il piccolo mondo antico che si è lasciato alle spalle. Soprattutto, Beatriz, la sua ex fiamma che ex non è. 
Dopo i pluripremiati Sabado, En la Cama e Lo Bueno de llorar, il giovane regista cileno Matías Bize dà seguito alla cifra poetico-stilistica del suo cinema conLa vida de los peces: intimismo, primi piani a braccare gli attori, tempo che fugge ma che non se ne va, messa in scena povera, esaltazione parca del digitale e completo affidamento sugli attori.
Ancora una volta, il risultato è in delicato equilibrio tra le ragioni spirituali della carne – attrazione e passato – e quelle pragmatiche della “maturità” – maternità e presente – , senza rinunciare alle confidenze più dolorose e allla sensazione di un cinema dolorosamente inutile: almeno, a bloccare l’attimo fuggente. L’amore non viene meno, ma non basta: si può aumentare il volume della musica o inumidire gli occhi, ma la vita che fu non è quella che rimane. Al netto di incongruenze e paludi di sceneggiatura, un’ottima prova di attori, una regia che cerca l’effetto flou senza (in)estetismi, un buon esempio di cinema low budget: minimal, non povero. 

NOTE

- PRESENTATO ALLE 'GIORNATE DEGLI AUTORI' (VENEZIA 2010).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy