La vedovella

ITALIA, FRANCIA - 1964
Susy, una ragazza squillo di Milano, riceve in regalo da un suo vecchio cliente, il Barone Colletta di Sant'Omero, un castello. Arrivata sul posto, viene scambiata per la vedova del defunto signorotto e viene immediatamente circuita dal sindaco, dai componenti della giunta comunale e da altre persone che aspirano tutte ad impadronirsi con pochi soldi della cadente proprietà il cui futuro è garantito dall'espansione industriale del paesetto calabrese. Susy si rende conto della situazione e astutamente ne approfitta. Riesce infatti ad ottenere il voto unanime del consiglio comunale contro l'esproprio del suo terreno, e, gabbati tutti gli interessati corteggiatori, si dedica a Corrado, tecnico di alcune importanti fabbriche della zona.
  • Durata: 89'
  • Colore: B/N
  • Genere: COMICO
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA
  • Produzione: P.A.MEC (PRODUTTORI ASSOCIATI MERCATO COMUNE, ROMA), RADIUS PRODUCTIONS (PARIGI)
  • Distribuzione: SELECTA FILM - DERBY FILM

NOTE

- IL FILM E' STATO GIRATO NEGLI STABILIMENTI DI CINECITTA'. ESTERNI A POLICASTRO E MARATEA (CALABRIA).

- REVISIONE MINISTERO GIUGNO 2000.

CRITICA

"Si tratta di un deprimente film comico che all'assoluta sciatteria della sceneggiatura, unisce una regia priva di gusto e di fantasia." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 58, 1965)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy