LA REGINA DI SABA

ITALIA - 1952
Re Salomone è preoccupato, temendo che le popolazioni di Gad s'accordino col regno di Saba per muover guerra ad Israele. Avendo catturato due inviati di Gad con messaggi per Saba, Roboam, figlio di re Salomone, si sostituisce ai messi, e parte con un compagno per Saba, dove, presentandosi sotto mentite spoglie, potrà raccogliere utili notizie. Giunto nelle vicinanze della città di Saba, Roboam salva la vita a Balkis, la figlia del re, e si conquista la sua simpatia. Morto il re, Balkis è proclamata regina; ma dovrà rimaner vergine, finché il Dio Atar Samani non avrà designato per lei uno sposo. L'arrivo dei messi di Gad, sfuggiti a re Salomone, rivelano l'inganno di Roboam, che vien condannato a morte, ma riesce a fuggire. La Regina, avendo appreso che Roboam è promesso ad un'altra principessa, raduna un grande esercito e cinge d'assedio Gerusalemme. Essendo stato respinto il primo assalto, la Regina propone d'affidare la decisione ad un duello tra Roboam ed un suo generale. Roboam vince l'avversario altri non è che la Regina, di cui la visiera celava le fattezze. La Regina viene fatta prigioniera; ma re Salomone dichiara di considerarla sua ospite. Il saggio re, che ha compreso la situazione, fa in modo che Balkis e Roboam possano coronare il loro sogno, stabilendo la pace tra i due popoli.

CAST

CRITICA

"Questo film di Francisci, più che di un amore biblico dà l'idea di una rappresentazione da "teatro di pupi". I due protagonisti sono troppo giovani per i loro ruoli: si direbbero due bravi ragazzi che giochino a fare del cinema (...)". (A. Albertazzi, "Intermezzo", n. 22/23 del 15/12/1952).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy