Jackass 3D

USA - 2010
Jackass 3D
Terzo capitolo cinematografico dedicato alle pericolose evoluzioni messe in atto dagli stunt della serie TV di MTV "Jackass".
  • Durata: 94'
  • Colore: C
  • Genere: DOCUMENTARIO
  • Produzione: DICKHOUSE PRODUCTIONS, MTV FILMS, PARADISE F.X. CORP.
  • Distribuzione: UNIVERSAL PICTURES INTERNATIONAL ITALY
  • Vietato 14
  • Data uscita 3 Dicembre 2010

TRAILER

CRITICA

"La prima cosa che viene in mente 'è un film di dementi fatto per un pubblico di dementi': definizione autorizzata del resto dal titolo stesso che vuole dire stupido. Però, attenzione: 'Jackass 3D' è ormai il terzo lungometraggio ispirato alla serie tv nata nel 2000 su idea di John Knoxville, tuttora animatore principale della catena di spericolati e salaci stunt che vediamo susseguirsi sullo schermo. (...) Il tutto sarebbe inteso a far ridere in spirito di goliardata. Ma un'insensatezza giocata a rischio di finire in ospedale (sé non peggio) sul solo motivo di dare spettacolo di se stessa, risulta più allarmante che divertente." (Alessandra Levantesi Kezich, 'La Stampa', 3 dicembre 2010)

"Terzo film tratto dallo show Mtv del 2000 che spettacolarizzava il dolore e l'acrobazia scema con il tipico esibizionismo yankee. Vedrete bufali caricare persone in pattini a rotelle, peni attaccati a elicotteri telecomandati, astronauti proiettati in cielo chiusi in bagni chimici colmi di letame, denti sani strappati da fiammeggianti Lamborghini lanciate a tutta velocità. (...) Nel film c'é spesso gente che vomita. Accadrà anche in sala? Il 3D è piuttosto inutile. Il gioco è bello quando dura poco. 'Jackass' dura ormai da troppo tempo. Ora di darci un taglio. Metaforicamente, per cortesia." (Francesco Alò, 'Il Messaggero', 3 dicembre 2010)

"Più che un film, sembra una puntata di 'Paperissima', se non fosse che i protagonisti di queste strampalate esibizioni sono volontari. Che cosa spinga, poi, un tizio a bere un bicchiere di sudore o a giocare a pallacorda con un alveare finendo punto da migliaia di api, tanto per citare alcune delle bravate visibili in 3D, è difficile da spiegarsi. E' il terzo lungometraggio tratto dall'omonima serie televisiva trasmessa da Mtv, sinonimo di successo tra i giovanissimi. Che sono, poi, gli unici a sopportare la visione di vomito e feci tridimensionali." (Maurizio Acerbi, 'Il Giornale', 3 dicembre 2010)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy