Il servo ungherese

ITALIA - 2003
Il servo ungherese
Germania 1944. August Dailermann, maggiore delle SS, viene mandato a dirigere una 'misteriosa' fabbrica del Reich. Insieme alla moglie Franziska si trasferisce a Teufelwald, un posto uggioso e isolato, dove sorge quello che, a insaputa della signora Dailermann, è un campo di sterminio per gli ebrei. La lussuosa residenza a loro destinata ha bisogno di personale di servizio, così arriva in casa Miklòs, un deportato ungherese molto colto, che viene impiegato come domestico. L'uomo risveglia in Franziska l'interesse per le arti e la letteratura e quando lei decide di farsi fare un ritratto, Miklòs, consapevole che potrebbe salvare alcune vite, le consiglia di farsi ritrarre contemporaneamente da sette pittori, scelti tra quelli che la donna pensa siano gli impiegati della fabbrica. Nel frattempo, anche August decide di attingere tra i deportati per formare un'orchestra che possa suonare la musica che lui preferisce. Tutto bene finché Franziska non scopre il vero impiego della fabbrica e August, che ormai ha dei seri ripensamenti sul suo ruolo di 'sterminatore', viene rimpiazzato dal suo giovane attendente, lo spietato Tenente Tross...
  • Durata: 108'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM (1:1.85)
  • Produzione: FRANCESCO PIERMARINI, MARCO MARIA CAPUTO PER LE GRAND BLEU, I.P.E.
  • Distribuzione: MEDUSA (2004)
  • Data uscita 21 Maggio 2004

NOTE

- FILM REALIZZATO CON IL CONTRIBUTO DEL MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI.

CRITICA

"Film teatrale (racchiuso nell'abitazione dei coniugi) e pieno di cadute gravi." (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 4 giugno 2004)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy