Il fascino discreto della borghesia

Le charme discret de la bourgeoisie

FRANCIA, ITALIA, SPAGNA - 1972
Il fascino discreto della borghesia
Per i borghesi François e Simone Thevenot, la giovane Florence (sorella di Simone), l'ambasciatore della repubblica di Miranda, Raphaël Acosta, i coniugi Henri e Alice Sènèchal, nulla è più difficile che riuscire a cenare insieme: se i primi quattro si recano dai Sènèchal, questi li attendevano per la sera seguente, oppure si sono nascosti per fare all'amore; se vanno in trattoria, è morto il proprietario; se le signore vanno a prendere il thè in un locale pubblico, non viene loro offerta che dell'acqua; se una volta tanto pare che tutto fili liscio, interviene un colonnello con un gruppo di militari a scombinare il pasto; infine, poichè François, Henri e Raphaël spacciano droga, una cena viene interrotta dalla polizia (in seguito, l'intervento di un ministro li fa scarcerare). A un certo punto, ai sei si aggiunge un nuovo personaggio, il vescovo Dufour, che riesce ad ottenere un impiego come giardiniere presso i Sènèchal. Ma ormai tutta la vicenda è diventata ambigua e si mescola ai sogni e alle paure di ognuno (invitati a casa del colonnello si trovano improvvisamente su un palcoscenico a dover recitare una parte che non conoscono) e su tutti incombe un greve senso di morte; o è il prelato che, accorso al capezzale di un vecchio moribondo, il quale confessa di avergli assassinato gli inumani genitori, prima lo assolve e poi lo uccide; oppure il racconto di un militare che ha sognato di aver incontrato la propria madre e alcuni amici defunti; ovvero è l'uccisione del colonnello che ha provocato l'ambasciatore di Miranda; o infine, sempre durante un pasto, l'irruzione di terroristi rivoluzionari che fanno una strage da cui si salva soltanto Raphaël Acosta. Quest'ultimo è un vero incubo e, per cacciarlo, Raphaël, quando si sveglia, si alza e si mette a mangiare. Ma nonostante tutto, ogni tanto si vedono i nostri protagonisti borghesi camminare per una solitaria strada di campagna.
  • Altri titoli:
    El discreto encanto de la burguesía
    The Discreet Charm of the Bourgeoisie
  • Durata: 100'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, DRAMMATICO, FANTASY
  • Specifiche tecniche: PANAVISION, 35 MM - KODAKCOLOR
  • Produzione: GREENWICH FILM PRODUCTIONS
  • Distribuzione: FOX - DOMOVIDEO, PANARECORD, L'UNITA' VIDEO

NOTE

- EFFETTI SONORI: LUIS BUÑUEL.

- PREMIO OSCAR 1972 COME MIGLIOR FILM STRANIERO.

CRITICA

"Luis Buñuel arrivato alla senilità spara i suoi film migliori, i più lucidi e corrosivi. La borghesia è vista come una classe corrotta, nevrotica e mica male pasticciona. Ma praticamente insostituibile. Inutile pensare di scalzarla con una rivoluzione". (Giorgio Carbone, 'Libero', 3 febbraio 2001)

"A settant'anni suonati Luis Buñuel si diverte a dissacrare il disimpegno salottiero della buona e sciocca borghesia in una commedia fantasiosa, colma d'ironia e con una trama pazza, che fece trascorrere notti insonni agli infaticabili ricercatori di simbolismi e di messaggi. Forse il geniale maestro spagnolo sta ancora ridendo nell'aldilà". (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 3 febbraio 2001)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy