IL CAIMANO DEL PIAVE

ITALIA - 1950
Lucilla di Torrebruna, ottenuta la licenza liceale, ritorna a San Donà di Piave, dove risiede suo padre, colonnello di cavalleria. Questi le annuncia il suo prossimo matrimonio con una straniera, Helène. La notizia è accolta senza turbamento da Lucilla, lieta della felicità paterna; malgrado questo, la fanciulla dovrà subire la fredda ostilità della matrigna. Mentre l'Italia è in guerra con l'impero austro-ungarico, un giovane triestino, Franco, antico compagno di studi di Lucilla, a lei legato da reciproco affetto, passa oltre le linee austriache e s'arruola nei bersaglieri. Dopo Caporetto, San Donà è occupata dal nemico: la villa dei Torrebruna è sede d'un comando austriaco. Ora Helène rivela il suo vero volto: è una spia austriaca. Franco e il colonnello organizzano lo spionaggio a favore degl'italiani: travestito da contadino, il colonnello va in cerca di notizie, che Franco, passando il Piave, trasmette al comando italiano. In una delle sue esplorazioni, il colonnello è ferito a morte: Lucilla, aiutata da un giovane contadino zoppo, lo sostituirà nella pericolosa missione. Alla fine il giovane contadino viene ucciso: Lucilla, catturata dagli austriaci, è condannata a morte. La salva in extremis la cavalleria italiana.

CAST

NOTE

MUSICHE DIRETTE DA: FRANCO FERRARA. - COSTUMI: MARIA CECCHI BARONI. - ARREDAMENTO: FERDINANDO RUFFO. - DIRETTORE DI PRODUZIONE: FOLCO LAUDATI. - AIUTO REGISTA: NICOLA MORABITO. - ASSISTENTE ALLA REGIA: FRANCESCO PALMIERI. - ISPETTORI DI PRODUZIONE: GIANNI SOLITRO E FERDINANDO MOCHETTI. .OPERATORE: GIOVANNI RAFFALDI. - CONSULENTE MILITARE: GEN. EGISTO DEL PIANTA. - FONICO: ADOLFO ALESSANDRINI. NEL FILM SONO INSERITI NUMEROSI "SPEZZONI" GIRATI DA CINEOPERATORI DURANTE LA PRIMA GUERRA MONDIALE.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy