I PECCATORI DELLA FORESTA NERA

LA CHAMBRE ARDENTE

FRANCIA - 1961
Il giornalista Michele Biossard e sua moglie Marie vanno al castello di Brinvilliers per cercare documenti sulla morte della marchesa omonima, bruciata viva nel 1676 per atti di stregoneria. Marie è una discendente della marchesa come l'attuale padrone del castello è discendente dell'amante della stessa marchesa, che la tradisce denunziandola: essa, prima di morire, scrisse una lettera maledicendo per l'eternità la famiglia dell'amante. Da allora infatti tutti i discendenti di questo sono morti di morte violenta. Ora nel castello vi è un'infermiera, che assiste il padrone e due nipoti di esso (uno dei duali sposato e amante dell'infermiera), che attendono la morte dello zio per avere l'eredità. Improvvisamente, una mattina, il padrone del castello viene trovato morto. Il dottore individua la causa in una crisi cardiaca a cui il malato andava soggetto. I nipoti si accusano a vicenda, mentre i due amanti pensano sia stata l'azione dell'arsenico, che a piccole dosi hanno propinato al vecchio. Marie e un vecchio amico del morto credono invece alla maledizione, da cui la ragazza vuol liberarsi. Infine il nipote sposato uccide l'amante, che non voleva lasciarlo e va a costituirsi, accusando l'uccisa di aver avvelenato il vecchio senza sapere però, come gli dice l'ispettore, se essa era veramente colpevole.
  • Durata: 111'
  • Colore: B/N
  • Genere: DRAMMATICO
  • Tratto da: DAL ROMANZO DI JOHN DICKSON CARR
  • Produzione: UFA (FRANCIA) COMACICO-TAUNUS (ITALIA)
  • Distribuzione: REGIONALE

NOTE

- DIALOGHI: CHARLES SPAAK
- REVISIONE MINISTERO AGOSTO 2002
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy