Gli attendenti

ITALIA - 1961
In una palazzina vicino alla caserma abitano alcuni ufficiali con le loro famiglie e cinque reclute appena giunte vengono assunte al loro servizio con la qualifica di attendente. De Acutis, professore di università di tendenze pacifiste, viene assegnato al Colonnello Terenzi, ma ben presto s'innamora della figlia del colonnello a riposo Bitossi; Donati, un ragazzo timido, accompagnato dalla madre, una vedova piacente, va dal Maggiore Penna, che finirà con lo sposare la madre dell'attendente; Santo, che è partito la mattina stessa del matrimonio, va dal Tenente Ronchi ma colloca la sposina a servizio nella famiglia del Colonnello Bitossi, per averla almeno vicina; Domenico, sprovveduto ragazzotto di campagna, va dal Tenente Valentini, sposo novello; Antonio, che nella vita civile fa il ballerino, ha una relazione sentimentale con Lauretta, attrice di varietà, e una sera in cui si prende la libertà di invitarla in casa del suo superiore, il tenente Martucci, approfittando della sua assenza, per un rinvio della partenza succede che l'ufficiale si incontra con Lauretta: dall'equivoco nasce la gelosia di Antonio che si decide a sposare la fidanzata. Anche De Acutis riuscirà a sposare la figlia del Colonnello Bitossi e Santo potrà godersi la luna di miele bruscamente interrotta durante la lunga licenza che gli viene concessa.
  • Durata: 108'
  • Genere: COMMEDIA
  • Produzione: MARIO MARIANI PER INCEI FILM, CINEX FILM
  • Distribuzione: INCEI

CRITICA

"Film episodico che la folla dei personaggi e l'accavallarsi delle situazioni rendono confuso e strutturalmente disunito. La gratuita matassa narrativa che fa leva su di un umorismo di dubbio gusto si dipana a fatica. A risollevare le sorti del film non è valsa neppure la presenza di attori di rilievo, peraltro scarsamente impegnati. Mediocre la regia." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 50, 19619

"Chi si aspetta un pur lieve cenno di satira sulla barbara abitudine militare degli attendenti, rinunci al film." (Anonimo, "Nuovo Spettatore Cinematografico", 27, dicembre 1961)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy