GLI AMANTI DEL DESERTO

ITALIA - 1956
GLI AMANTI DEL DESERTO
L'uccisione del sultano Omar e di suo figlio Said, per opera di Kamal, ha permesso all'usurpatore Ibrahim di assidersi sul trono. Ma Said in realtà non è morto e a capo di un gruppo di fedeli si propone di cacciare l'usurpatore e di riconquistare il trono. Nel frattempo s'innamora di Amina, che contraccambia il suo amore, gli fa credere di essere una ballerina, mentre invece è la figlia di Ibrahim. Said non tralascia però di prendere iniziative che valgono a scuotere l'autorità dell'usurpatore: egli fa fuggire dei prigionieri e riesce ad impadronirsi della scimitarra sacra. In quest'ultima impresa viene ferito; ma riesce a fuggire e viene curato da Zuleika, che lo ama in silenzio. La ragazza viene imprigionata e malgrado le torture, non rivela il nascondiglio di Said, il quale si propone di liberarla e sta cercando la via migliore per attuare il suo proposito. Quando i suoi compagni gli presentano la figlia del sultano che hanno fatto prigioniera, Said è stupito nel riconoscere in lei Amina, che si affretta a lasciar libera, ottenendo in cambio la libertà di Zuleika. In seguito Said viene catturato, mediante uno stratagemma, da Kamal che, accecato dalla sete di potere, uccide Ibrahim ed occupa in sua vece il trono usurpato, autonominandosi sultano. Amina favorisce la fuga di Said, il quale si unisce ai suoi fidi. Tra Kamal e Said ha luogo un duello, nel quale il primo resta ucciso. Said sposerà Amina e si assiderà come legittimo Sultano sul trono dei suoi padri.
  • Altri titoli:
    LOS AMANTES DEL DESIERTO
  • Durata: 95'
  • Colore: C
  • Genere: AVVENTURA
  • Specifiche tecniche: CINEMASCOPE EASTMANCOLOR FERRANIACO
  • Produzione: CARLO INFASCELLI PER P.A.R.C. FILM, RIALTO (ROMA), BENITO PEROJO (MADRID), STUDIO GALAL (IL CAIRO), PARO (ITALIA SPAGNA)
  • Distribuzione: REGIONALE

NOTE

SI ALTERNANO ALLA REGIA, PRIMA DI VERNUCCIO, GOFFREDO ALESSANDRINI E LEON KLIMOVSKI
DIRETTORE DI PRODUZIONE: CARLO JOSE' BASSOL
COSTUMI: BENI MONTRESOR

CRITICA

<>. (Segnalazioni Cinematografiche).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy