Giacomo il bello

Beau James

USA - 1957
Jimmy Walker, giovane avvocato e senatore di New York, ha un carattere aperto e gioviale che lo rende simpatico a tutti, per questo motivo il suo partito lo sceglie per candidarlo alla carica di sindaco. C'è però un aspetto della sua vita privata che potrebbe nuocere alla sua figura pubblica: Jimmy vive separato da sua moglie. Per ovviare a questo inconveniente Jimmy, spinto dagli altri funzionari di partito, si riconcilia almeno in apparenza con la moglie e torna a vivere sotto lo stesso tetto. Però, mentre nella vita privata Jimmy è un dongiovanni amante dei piccoli piaceri della vita, per quanto riguarda la sfera pubblica è irreprensibile e non vuole in nessun modo che i suoi concittadini vengano truffati. Qualche tempo dopo l'elezione, quando Jimmy scopre che gli uomini di partito che lo hanno appoggiato lo hanno fatto per favorire i propri interessi, rimane deluso. Quella stessa sera va in un locale e si prende una grande sbornia ma viene soccorso da Betty, una giovane attrice. Jimmy non dimentica il gesto della ragazza e si propone di aiutarla diventando il suo mecenate. I rapporti tra i due divengono sempre più stretti e finiscono con provocare scandalo. Jimmy viene in breve tempo giudicato male anche dai suoi sostenitori e il discredito caduto su di lui si ripercuote su tutta l'amministrazione, che viene messa sotto inchiesta. Vengono perciò fuori tutti gli illeciti commessi dai suoi collaboratori e, benché per Jimmy l'unico modo di sistemare le cose sia quello di rinunciare a Betty, decide di non farlo e affrontare le conseguenze dei suoi gesti.
  • Durata: 105'
  • Colore: C
  • Genere: BIOGRAFICO, COMMEDIA, DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM, VISTAVISION, TECHNICOLOR
  • Tratto da: Libro di Gene Fowler
  • Produzione: PARAMOUNT PICTURES, HOPE ENTERPRISES, SCRIBE PRODUCTIONS
  • Distribuzione: PARAMOUNT

NOTE

- GLI ATTORI G. PAT COLLINS, JIMMY DURANTE NON SONO ACCREDITATI NEI TITOLI.

CRITICA

"Il film, che presenta una buona ricostruzione dell'ambiente del primo quarto di secolo, segue la tradizionale linea della commedia americana, con i suoi pregi e difetti di struttura. Discreta la regia, convenzionale l'interpretazione dei protagonisti." (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 43, 1958)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy