Fratello homo, sorella bona

ITALIA - 1972
Fratello homo, sorella bona
La giovane Chiarina di Vallefiorita, presunta figlia del podestà di una cittadina toscana, è destinata dal padre a sposare il vecchio e grasso notaio Tebaldo de' Tebaldi. Con l'aiuto del vero padre, priore di un vicino convento, e di alcuni falsi monaci e monache, la ragazza riesce però a evitare il matrimonio impostole e a fuggire con l'uomo amato.
  • Altri titoli:
    Nel Boccaccio superproibito
  • Durata: 91'
  • Colore: C
  • Genere: COMICO
  • Specifiche tecniche: TECHNISCOPE TECHNICOLOR
  • Produzione: CAPITOLINA PRODUZIONI CINEMATOGRAFICHE (ROMA)
  • Distribuzione: FIDA

NOTE

- REVISIONE MINISTERO DICEMBRE 1995

CRITICA

"La pellicola, anche se mastodonticamente volgare, ha almeno il pregio di scorrere con un certo ritmo e di non essere spezzettata in mille episodi." (M.P. "Il Giorno", 2 marzo 1973)

"Nel quadro di scenografie di eterogenea medievalità italiana e nel bel mezzo di cose o persone religiose, la pellicola offre sacrilegamente e ignobilmente battute pesanti, sottintesi volgari, nudi procaci e scene erotiche." (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 74, 1973).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy