Fratello di un altro pianeta

The Brother from Another Planet

USA - 1984
Fratello di un altro pianeta
Brother, schiavo negro fuggito da una piantagione del cosmo, cola a picco nel fondo del porto di New York con la sua navicella spaziale. Riemerso ferito e privo della parola, dapprima vaga spaesato per Ellis Island, nell'intento di sfuggire a due lugubri extra-terrestri che lo inseguono, robot comandati e senz'anima, poi risale l'Hudson e si trova ad Harlem. Ma i due lo rintracciano ben presto e lo pedinano per tutta la città. Rifugiatosi in un bar, sbalordisce tutti con i suoi sovrumani poteri (riesce a riparare un video gioco con il solo contatto delle mani) e si conquista la loro simpatia. Grazie agli amici del bar e ai suoi poteri paranormali, pur non riuscendo a parlare, trova lavoro a Times Square e anche una camera d'affitto presso Randy Sue, una donna che vive col figlio divisa dal marito e che si innamora di Brother, senza rendersi conto che si tratta di un alieno. Fatta esperienza di tutte le miserie e le sopraffazioni della grande città, alle quali pur si sforza di porre rimedio grazie ai suoi incredibili poteri, affronta infine i due alieni che lo tallonano e li disintegra rispedendoli nel cosmo e preferendo agli spazi stellari l'umile pianeta terra, dove non gli è mancata la solidarietà della povera gente.
  • Durata: 105'
  • Colore: C
  • Genere: FANTASY
  • Specifiche tecniche: NORMALE
  • Produzione: PEGGY RAJSKI, MAGGIE RENZI PER ANARCHIST'S CONVENTION FILMS, UCLA FILM AND TELEVISION ARCHIVE, A-TRAIN FILMS
  • Distribuzione: MIKADO FILM (1986) - DOMOVIDEO

CRITICA

"Sayles, regista indipendente realizza un cocktail di fantascienza, commedia e satira sociale, in cui il ruolo dominante è giocato dal problema del razzismo. Non sempre sorretto da buone idee narrative, il film è comunque originale e insolito." (Francesco Mininni, 'Magazine italiano tv')

"Film a basso costo che si è piazzato bene e presto tra il genere fantascientifico. Joe Morton, col sorrisetto fisso di quello che sa qualcosa che gli altri non sanno, recita con ironia mai erosiva in un contesto originale." (Laura e Morando Morandini, 'Telesette')
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy