FRANCO, CICCIO E LE VEDOVE ALLEGRE

ITALIA - 1967
La nostra signora - Carlo e Oreste si trovano ad essere contemporaneamente sposati con la stessa donna, Mara. Il singolare "ménage" rischia di dissolversi quando Mara si accorge di essere prossima alla maternità, poiché sia Carlo che Oreste si attribuiscono la paternità del nascituro. Il caso vuole che Mara dia alla luce due gemelli di sesso diverso, e non appena i due iniziano a disputarsi la paternità del maschietto, ecco che Carlo si sveglia dal sogno che sta facendo.Una povera vedova - Per entrare in possesso del patrimonio del defunto marito, Celestina dovrà dare alla luce un erede e all'uopo si mette d'accordo col sagrestano del paese. Ma altri uomini si offrono a Celestina, sicché quando questa si accorge che è in attesa del lieto evento viene citata in giudizio dal sagrestano per inadempienza contrattuale. La vedova del nonno - Dasy, moglie del defunto nonno di Gianni, arriva dall'America per conoscere i parenti. Gianni, che si è recato all'aeroporto convinto di incontrare una decrepita vecchietta, si trova invece davanti ad una stupenda ragazza ed è costretto a continue giustificazioni verso la moglie insospettita per il suo comportamento. La situazione precipita nel grottesco perché Dasy e Maurizio, il figlio di Gianni, conosciutisi per caso, si innamorano. Dopo una lunga serie di equivoci, la vicenda si concluderà col matrimonio fra i due giovani.
  • Durata: 96'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: CROMOSCOPE EASTMANCOLOR
  • Produzione: CIRCUS FILM
  • Distribuzione: FIDA
  • Vietato 14

CRITICA

"Sgangherata commedia umoristica, per lo meno nelle intenzioni, del multiforme ma tutt'altro che memorabile Marino Girolami, che spiattella tre anemici sketch uniti da un gracile filo conduttore, la vedovanza femminile, rappresentata da tre vistose signorine grandi forme degli anni Settanta. Franco e Ciccio, chiamati in causa dallo scorretto titolista, si limitano a battibeccare nel primo siparietto". (Massimo Bertarelli, 'Il giornale', 24 agosto 2001)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy