FEDORA

FEDORA

GERMANIA, FRANCIA - 1978
FEDORA
Barry Detweller, un produttore americano indipendente, si reca a Corfu' per proporre l'interpretazione di un "remake" su Anna Karenina a Fedora, una diva scomparsa improvvisamente dal cinema mentre era al culmine del successo. I suoi contatti con l'attrice risultano brevi ed enigmatici poichè Fedora sembra prigioniera in una villa dove fanno buona guardia la contessa Sobryanski, la governante Miss Balfour, il medico dr. Vando e un autista nonchè guardia del corpo. Le insistenze di Barry costringono il misterioso gruppo a fuggire e l'inseguitore, prima di raggiungere Parigi ove ha saputo essere stata ricoverata in clinica Fedora, viene a sapere dai giornali che si è suicidata, buttandosi sotto un treno. Nella camera mortuaria, quando per le pulizie il flusso degli ammiratori è stato fermato, la contessa e il dottore raccontano all'americano la storia della scomparsa. Fedora, in realtà, era Antonia, la figlia della contessa che, famosa come "Fedora", aveva pensato di farsi sostituire nel cinema dalla figlia, perfettamente simile come figura, quando era rimasta deturpata in viso per abuso di farmaci speciali, approntati da Vando per mantenerla giovanile. L'inganno era riuscito sino a che Antonia/Fedora, innamoratasi di Michael York durante le riprese di un film, non aveva messo in pericolo il segreto della sua identità. In seguito, abituatasi alla droga, Antonia era stata tenuta nascosta. Riportata a Parigi, ella era fuggita e alla stazione aveva compiuto il suo disperato gesto di rifiuto d'un volto non suo.
  • Durata: 110'
  • Colore: C
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA COLORE
  • Tratto da: "FEDORA" TRATTO "CROWNED HEADS" DI THOMAS TRYON
  • Produzione: WILDER E JEDELE PER NF GERIA II BAVARIA
  • Distribuzione: LINEA C I (1979)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy