Fantasticherie di un Passeggiatore Solitario

ITALIA - 2015
3/5
Fantasticherie di un Passeggiatore Solitario
Tre personaggi di tre epoche diverse vengono uniti da un sogno di libertà e da un piccolo capolavoro di letteratura. Un viaggio misterioso e senza tempo attraverso le aspirazioni, le sofferenze e le "fantasticherie" di un poeta, di un giovane studente e di un bambino sperduto nel bosco. Jean Jacques Renou è uno scrittore che vive nel 1876 in un piccolo e squallido seminterrato. Povero e vecchio inizia con lo scrivere 'Fantasticherie di un passeggiatore solitario': una sorta di romanzo di formazione ed allo stesso tempo un 'ricettario fantastico'. Theo è un giovane e contemporaneo laureando in filosofia. Fin da piccolo sembra essere intrappolato tra le vicende opprimenti della propria famiglia e la sua bizzarra passione per i libri incompiuti. Da poco ha iniziato a leggere l'incompiuto di un certo Renou. Totalmente rapito dal romanzo, giunge all'inattesa conclusione di voler realizzare la 'Fantasticheria n. 23': l'ultima "ricetta" scritta dal poeta che conduce in un luogo straordinario noto come 'Vacuitas'. Infine, un bambino di dodici anni smarrito in un bosco senza tempo è il protagonista di quel libro che Renou sta scrivendo e che Theo sta leggendo con tanto trasporto. I tre percorsi vissuti da questi personaggi, così distanti tra loro, finiranno per intrecciarsi e confluire in un unico attimo di trascendente identificazione, in cui il sogno di redenzione e libertà dello scrittore fa eco negli altri.
  • Altri titoli:
    Reveries of a Solitary Stroller
  • Durata: 83'
  • Colore: C
  • Genere: ANIMAZIONE, FANTASY, LIVE-ACTION
  • Specifiche tecniche: CANON 7D, HD (1:2.35)
  • Produzione: ANGELO POGGI PER SMART BRANDS, IN ASSOCIAZIONE CON VE.PA. ENTERTAINMENT, LEONARDO CRUCIANO WORKSHOP, ILLUSION
  • Distribuzione: MEDIAPLEX
  • Data uscita 19 Novembre 2015

TRAILER

RECENSIONE

di Gianfrancesco Iacono
Che cosa hanno in comune uno scrittore francese dell’ottocento che vive rinchiuso in uno scantinato, uno studente di filosofia dei giorni nostri, imbranato e sognatore, e infine un bambino sperduto in un bosco che sembra uscito dritto da una fiaba gotica? La risposta risiede all’interno di un libro scritto dal primo, ritrovato e letto dal secondo e vissuto in prima persona dal terzo protagonista, quel Fantasticherie di un passeggiatore solitario che, a metà fra romanzo di formazione e ricettario fantastico, sembrerebbe poter spalancare le porte a un luogo magico di nome Vacuitas...
Al suo esordio nel lungometraggio, il regista Paolo Gaudio mescola recitazione in carne e ossa e animazione in stop motion, moltiplica piani narrativi e temi affrontati, citazioni letterarie e filmiche, realizzando un’interessante incursione tutta italiana nel mondo del fantastico puro. Incertezze interpretative, eccezion fatta per l’ottimo Luca Lionello qui nei panni dello scrittore, e qualche caduta di ritmo non inficiano tuttavia il risultato finale che trova la sua ragion d’essere nella voglia di sperimentare, di accostare stili e idee e di realizzare, infine, un appassionato elogio al mondo dell’immaginario.

NOTE

- PAOLO GAUDIO FIGURA ANCHE COME PRODUTTORE ESECUTIVO.

- LUCIANO CORCIANO, MARCELLO ERCOLE E DENNIS CABELLA FIGURANO ANCHE COME PRODUTTORI ASSOCIATI.

- FILM RICONOSCIUTO DI INTERESSE CULTURALE NAZIONALE REALIZZATO CON IL CONTRIBUTO DEL MIBACT-DIREZIONE GENERALE PER IL CINEMA E CON IL SOSTEGNO DELLA REGIONE LAZIO-FONDO REGIONALE PER IL CINEMA E L'AUDIOVISIVO.

- CREATURES & MAQUETTE: LEONARDO CRUCIANO, LUIGI OTTOLINO.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy