Elena di Troia

Helen of Troy

USA - 1955
Con il consenso del padre Priamo, re di Troia, Paride s'imbarca per portare a Sparta proposte di pace, che consentano a Troia libertà di traffici. La nave fa naufragio e Paride si salva giungendo da solo alla costa spartana, dove viene soccorso da una donna bellissima, che si fa credere schiava e suscita in lui una istantanea passione. Introdottosi alla corte di re Menelao, Paride scopre che la presunta schiava altro non è che la regina Elena. Mosso da gelosia, Menelao, fa arrestare Paride, che con l'aiuto d'Elena riesce a fuggire. Paride propone ad Elena di fuggire insieme, ma lei respinge la proposta. Ciò nonostante Paride la trascina con sé a Troia, dove però è accolta ostilmente come causa dell'imminente guerra. I re della Grecia si raccolgono infatti intorno a Menelao, col pretesto di vendicarne l'onore, attratti in realtà dalla speranza di un ricco bottino, e Troia viene assediata. Un giorno Elena, mal sopportando che tanti prodi guerrieri vengano uccisi per sua colpa, fa sapere ai greci di essere disposta a tornare dal marito, purché la guerra cessi. Mentre i troiani consegnano Elena a Menelao, i re greci domandano, oltre alla donna, un enorme risarcimento. Allora Paride riconduce Elena a Troia, dove ora è accolta con affetto. La guerra continua fino a quando i greci, col noto stratagemma del cavallo di legno, pieno di guerrieri, s'impadroniscono della città, che viene messa a ferro e a fuoco. Priamo ingiunge a Paride di mettersi in salvo con Elena. Mentre i due stanno per uscire dalla città, s'incontrano con Menelao e ha luogo un duello. Menelao sta per avere la meglio, ma trafitto alle spalle da un soldato, muore. Elena viene ricondotta a Sparta.

CAST

CRITICA

"Non era possibili trasferire sullo schermo l'altissima poesia dell'epopea omerica. In questo film, imperniato sulla vicenda d'amore di Elena e Paride, molto è inventato ed alcuni episodi dell'Iliade sono fusi insieme. Malgrado alcune inevitabili ingenuità, è degno di nota lo sforzo di porre in luce, della vicenda amorosa e delle diverse situazioni, il lato umano. Dal punto di vista spettacolare il film è tra i migliori del genere". ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 38, 1955)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy