DUE SELVAGGI A CORTE

ITALIA - 1958
Marco Venier, accompagnato dal servo nero Kato, ritorna dall'Africa in Italia, nella piccola città che ha dato i natali a suo padre. Ospite di una famiglia amica, Marco si associa a Marino che capeggia l'opposizione contro il regime tirannico di Sarzese: approfittando della debolezza del vicerè, costui spadroneggia infatti nella città. Angela, sorella di Marino, e Sara, figlia del vicerè s'innamorano entrambe di Marco: ma questi è costretto a fuggire, insieme a Marino ed altri congiurati, per sottrarsi all'arresto. Per indurre Marco a ritornare, si sparge la voce che Angela sia stata messa in prigione: Marco ritorna subito in città per liberarla, ma viene arrestato e torturato. Egli sta per essere condotto al patibolo, quando sopraggiungono i congiurati che lo liberano e s'impadroniscono della città. Sara muore nella lotta. Sarzese tenta di opporsi ai congiurati; ma perisce nel combattimento. E' tutto finito. Marco rifiuta la carica di capitano e decide di fare ritorno in Africa, portando con sé la donna che sarà sua mogli, Angela.

CAST

NOTE

- MUSICA DIRETTA DA: FELICE MONTAGNINI

- ASSISTENTE ALLA REGIA: GIANFRANCO BALDANELLO.

CRITICA

"E' un lavoro molto modesto e di scarso interesse". (Segnalazioni Cienematografiche)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy