DUE MASCHI PER ALEXA

ITALIA - 1972
Sposata con Roland Marvely, ricco ma troppo vecchio per lei, Alexa s'è fatta un amante, Pietro, tra le cui braccia s'abbandona, senza scrupoli né rimorsi, quasi sotto gli occhi del marito. Al corrente della relazione, questi, dopo averli scoperti avvinghiati l'uno all'altra, s'uccide in loro presenza. I due amanti vorrebbero avvertire la polizia, ma, al momento di uscire dal luogo dei loro illeciti amori, s'accorgono che, in esecuzione di un diabolico piano predisposto da Roland, infrangibili barriere metalliche, calate su porte e finestre, impediscono loro di uscire dalla stanza. Mentre la voce del defunto, registrata su nastro, segue passo passo le loro prevedibili e calcolate reazioni, Alexa e Pietro si rivelano per quel che sono: due poveri, miserabili esseri legati l'uno all'altra dal solo richiamo dei sensi. L'amore cede ai rimpianti (essi rivivono, quasi in trance, i felici ricordi precedenti il loro incontro), e i rimpianti all'odio. Pur essendo allo stremo delle forze (molto tempo è passato dal suicidio del marito), Alexa, che ora vede l'amante con gli occhi della verità, lo uccide, per aspettare a sua volta l'ora della morte. Così si compie la vendetta di Roland.
  • Durata: 86'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA EASTMANCOLOR
  • Produzione: ARVO (ROMA) LOGAR (MADRID)
  • Distribuzione: REGIONALE
  • Vietato 18

CRITICA

Di nessun interesse sotto il profilo psicologico, per l'inconsistenza dei personaggi (sottolineata dalla banalità dei dialoghi), la vicenda è tale anche dal punto di vista drammatico, in quanto sceneggiatore e regista non hanno saputo sfruttare minimamente una situazione che, seppure non originale, si prestava di per sé a effetti di tensione e suspense. (Segnalazioni Cinematografiche).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy