Dirai: ho ucciso per legittima difesa

Johnny e Michel, giovanotti che vivono ai margini della legge, approfittando dell'assenza di Bruno Martin, decidono di rapinarne la moglie Anna che vive sola in una villa isolata alla periferia di Madrid. Michel, preparatosi accuratamente, si fa assumere come giardiniere e riesce ad entrare nelle grazie della signora Martin. Questa, telefonando inopinatamente a Roma, viene a scoprire che Bruno convive con l'amichetta Mandy: quanto ignora, invece, è che Michel è stato buttato tra le sue braccia dallo stesso marito, bramoso di provarne l'adulterio per impossessarsi dei suoi beni patrimoniali. Tutto il piano viene mandato a monte da Johnny il quale, stranamente, invaghitosi della ricca signora, l'aggredisce a scopo libidinoso e viene dalla stessa ucciso. Anna, inoltre, scoperto il legame tra Bruno e Johnny, uccide anche l'altro giovane. Il signor Martin, accorso dall'Italia, consiglia alla moglie la tesi della legittima difesa.
  • Durata: 90'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: CINESCOPE TECHNICOLOR
  • Produzione: BCR (ROMA) PIEDRA (MADRID)
  • Distribuzione: REGIONALE

NOTE

- LA REVISIONE MINISTERIALE DEL 03/09/2018 HA ELIMINATO IL DIVIETO DI VISIONE AI MINORI DI 18 ANNI.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy