CONTINENTE PERDUTO

ITALIA - 1955
CONTINENTE PERDUTO
Il documentario, che è stato realizzato durante una spedizione in Cina e in Indonesia, non si limita a presentare gli aspetti esterni delle lontane regioni attraversate; ma rispecchia altresì la vita di quelle popolazioni nell'attività quotidiana, nelle feste, nelle cerimonie, nei riti; ne fa conoscere gli usi, i costumi, le tradizioni, le credenze, gli atteggiamenti spirituali. Nella prima parte il film descrive minuziosamente una pagoda dedicata al buddismo e i riti, che vi si compiono, nonché le isole dei cento vulcani; la seconda parte comprende la descrizione di un viaggio nell'interno dell'isola di Saravac, lungo il corso di un fiume, fino ai villaggi dei cacciatori di teste.
  • Altri titoli:
    OMBRE SULL'ASIA
  • Durata: 100'
  • Genere: DOCUMENTARIO
  • Specifiche tecniche: CINEMASCOPE FERRANIACOLOR
  • Produzione: L. BONZI PER LA ASTRA CINEMATOGRAFICA
  • Distribuzione: 20TH CENTURY FOX

NOTE

- NASTRO D'ARGENTO PER LA MIGLIOR MUSICA E MIGLIOR IMPIEGO DEL CINEMASCOPE.

- PREMI SPECIALE DELLA GIURIA AL FESTIVAL DI CANNES 1955.

- QUASI TUTTI I TESTI ATTRIBUISCONO LA REGIA DEL FILM ANCHE A CRAVERI E LAVAGNINO MA NON SONO ACCREDITATI NEI TITOLI DI TESTA.

CRITICA

<<(...) Tutti questi pregi (la bellezza delle immagini di Craveri, il ritmo ampio e solenne del montaggio, la colonna sonora), danno a 'Continente perduto' una indubbia forza di suggestione che ne spiega il successo: al quale certamente contribuisce la stessa romantica e mitologica impostazione del documentario da parte dei registi Cras e Moser, cui corrisponde il commento parlato e scritto da Orio Vergani (...)>>. (L. Chiarini, <>).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy