Chiedi alla polvere

Ask the Dust

USA - 2006
Chiedi alla polvere
Quello tra la bella Camilla e Arturo è un amore impossibile. Lei è una cameriera analfabeta che spera di riuscire a sposare un americano benestante per poter riscattare le sue umili origini e l'esclusione sociale di cui è vittima come messicana. A sua volta Arturo Bandini, - personaggio di finzione che in realtà è l'alter ego dello scrittore John Fante, autore del libro da cui è tratto il film - è un aspirante scrittore di origine italiana che sogna il successo e una fidanzata bionda con gli occhi azzurri.
  • Durata: 117'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO, SENTIMENTALE
  • Tratto da: Dal romanzo omonimo di John Fante (Ed. Einaudi)
  • Produzione: TOM CRUISE, PAULA WAGNER, JONAS MCCORD, DANIEL BAUR, GALIT HAKMON E STEFAN JONAS PER CRUISE-WAGNER PRODUCTIONS, VIP 3 MEDIENFOND, CAPITOL FILMS, PARAMOUNT PICTURES
  • Distribuzione: MOVIEMAX
  • Data uscita 28 Aprile 2006

CRITICA

"Robert Towne, grande sceneggiatore ('Chinatown' e 'L'ultima corvée'), offre la versione patinata, cine-upper class del bel romanzo di John Fante, ricreando un po' l'atmosfera di un film scritto da Fante, 'Anime sporche'. (...) L'insistita voce off infierisce sull'incapacità del film, fotografato magnificamente con toni spenti di Deschanel, a creare tensioni interiori. Pur bravi, belli e intensi, Farrell e la Hayek affascinano i personaggi senza aggredirli e violentarli con la fatica di vivere che si scorge a fatica: c'è poca polvere. E finta." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 28 aprile 2006)

"Il film è molto ricercato nell'inseguire l'atmosfera della Los Angeles della Depressione, la città delle illusioni e dei sogni, delle opportunità, della ricchezza e della povertà come nei romanzi di Steinbeck, rovente e umida come quella di Chandler, e nella volontà di ritrovare il parallelo tra la stagione giovanile di un luogo e la vicenda personale di un giovane uomo e scrittore pieno di rabbia e passione, ancora insicuro se è un genio oppure no, preso da una travolgente repulsione-attrazione per una ragazza messicana che ha i suoi stessi sogni di integrazione. Ma il risultato è forzatamente vintage, di superficiale calligrafia e senza necessità." (Paolo D'Agostini, 'la Repubblica', 29 aprile 2006)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy