Cavalleria rusticana

ITALIA - 1939
Dalla notissima opera letteraria di Giovanni Verga. In un villaggio catanese ritorna, dopo alcuni anni passati in servizio militare, il giovane Turiddu. Egli trova che Lola, un tempo da lui corteggiata, si è sposata con Alfio, un benestante carrettiere del luogo. Il giovane non vuole darsi pace anche perché, nonostante il suo nuovo stato, la donna riprende ad adescarlo. Turiddu amoreggia intanto con Santuzza, figlia di un ricco agricoltore presso il quale egli si impiega. Nonostante l'affetto che la fanciulla gli dimostra egli non esita, benché abbia approfittato di lei, a cedere alle lusinghe di Lola. Il giorno di Pasqua Santuzza, ormai certa di essere abbandonata, informa il marito di Lola della tresca. Compare Alfio sfida Turiddu ad una tenzone rusticana e lo uccide.

CAST

NOTE

- IL FILM VINSE IL REFERENDUM VOTATO DAI LETTORI DELLA RIVISTA 'CINEMA' VERSO LA FINE DEL 1939, FRA TUTTI I FILM VISTI DAL 1930.

CRITICA

" (...) un brano almeno del film di Palermi, quello della processione a San Vincenzo, meriterebbe di figurare in un'antologia cinematografica ancorché rigorosissima. Pur concedendo al colore locale l'importanza e il peso che ha in codesto brano, sino a faciliare di molto il compito del regista, resta a questi il merito di aver saputo sfruttarlo con accorta intelligenza e misura senza che l'aneddotico e l'episodico sciupassero l'icasticità e la semplice purezza del quadro d'insieme," (Adolfo Franci, 'L'Illustrazione Italiana', n. 48, 26 novembre 1939)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy