Bye bye, Barbara

FRANCIA - 1968
Bye bye, Barbara
Thomas, giornalista sportivo, incontrata una ragazza in un bar, la porta a casa sua dove essa si addormenta profondamente per aver preso dei sonniferi. Successivamente uscito per alcune spese al ritorno non trova più la ragazza. Della scomparsa di Barbara, così si chiama la giovane, si occupa di stampa, poiché essa è figliastra di un noto impresario teatrale, Hugo Micheli, il quale si incontra ma inutilmente con Thomas per aver notizie. Una sera il giovane legge su di un agenzia di stampa che Barbara è morta in un incidente di macchina. Quando sta per dimenticare la strana avventura, Thomas vede per un attimo, durante una partita, il volto di Barbara alla televisione: un biglietto mandatogli da lei gli conferma che essa è viva. Ma all'appuntamento egli trova Eva, la moglie di Micheli, il quale aveva intercettato il biglietto di Barbara. In sostanza l'impresario è legato da una relazione morbosa con la figliastra e, geloso di lei, la tiene rinchiusa in un appartamento guardato a vista da alcuni uomini fidati. Ma la ragazza, desiderosa di libertà, riesce a far avere il suo recapito a Thomas. Micheli allora, visto il pericolo che presenta il giovane lo invita ad un appuntamento in un sua villa dove il giornalista trova Eva uccisa. Le prove sono contro di lui che, per fuggire alla cattura, si rifugia in casa del suo direttore. Qui colpito da coincidenze e scoperte le fila del complotto, con l'aiuto di alcuni suoi amici riesce a smascherare Micheli che si uccide. Thomas inizia così la sua vita con Barbara, ma preso dal suo lavoro egli dimentica la donna, la quale una sera si allontana per sempre.
  • Durata: 102'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA
  • Produzione: MARIANNE PARC/MAG BODARD
  • Distribuzione: PARAMOUNT
  • Vietato 18
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy