Brutti di notte

ITALIA - 1968
Brutti di notte
Tormentato da strani sogni, Franco decide di farsi esaminare da uno psicanalista e, accompagnato da Ciccio, suo cognato, si reca dal dottor Federzotti. Stabilita la causa del complesso che lo affligge, lo psicanalista gli prescrive, come cura, un'intensa vita amorosa. Un giorno Ciccio lo scopre in compagnia di una signora e avverte immediatamente sua moglie Rosaspina. La donna però, avendo capito di essere lei la causa dei problemi di Franco, per via della folta barba che le incornicia il volto, decide di farsi una plastica facciale. Completamente trasformata, si procura in incognito un appuntamento col marito. Ciccio li sorprende e, non conoscendo la verità, minaccia di far cacciare Franco da casa. Rosaspina, allora, rivela la sua vera identità, riportando in famiglia pace e armonia.
  • Durata: 91'
  • Genere: COMICO
  • Specifiche tecniche: EASTMANCOLOR, TECHNOSTAMPA
  • Produzione: GINO MORDINI PER CLAUDIA CINEMATOGRAFICA
  • Distribuzione: EURO INTERNATIONAL FILM

CRITICA

"Le situazioni sono fra le più scontate, anche se la maschera dei guitti palermitani sa dare (...) alcune emozioni sul piano di un intrattenimento d'accatto". ("Film Mese")

"Il lavoro è la versione burlesca di un film di Buñuel. La parodia, però, è del tutto esteriore e non ottiene, per via di una sceneggiatura e di un dialogo più che modesti, i necessari effetti comici." (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 65, 1968)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy