Batte il tamburo lentamente

Bang the Drum Slowly

USA - 1973
Henry e Bruce sono da tempo ottimi amici, compagni di camera e giocatori della squadra di baseball dei 'New York Mammoths'. Henry intuisce che Bruce rischia di non aver un contratto per la prossima stagione a causa del suo scarso rendimento provocato da una malattia mortale che lo sta portando alla morte. Durante un periodo di vacanza, Henry trascina l'amico in Minnesota per avere la consulenza dei medici della clinica Mayo, una delle migliori al mondo. Quando anche i medici confermano che per Bruce non c'è più nulla da fare, per compiacere il desiderio dell'amico di giocare fino alla fine, Henry costringe i dirigenti della squadra a legare il rinnovo del suo contratto a quello dell'amico. Mentre il manager del squadra comincia ad indagare sul misterioso viaggio e il resto della squadra maligna sulla loro amicizia, il coraggio di Henry spinge Bruce a dar il meglio di se stesso...
  • Durata: 95'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO, PSICOLOGICO
  • Specifiche tecniche: MOVIELAB
  • Tratto da: romanzo "Batte il tamburo lentamente" di Mark Harris
  • Produzione: ANJS, DIBS PARTNERSHIP, PARAMOUNT PICTURES
  • Distribuzione: CIC (1977) - MONDADORI VIDEO

CRITICA

"Realizzato nel 1973 e presentato solo nel 1977 in Italia, evidentemente per la presenza di Robert De Niro, divenuto nel frattempo un divo, il film meritava questo recupero non per l'attore, bensì per la conoscenza del regista-produttore indipendente, appartenente alla schiera dei 'non alleati' alla grossa industria. In linea di massima, il gruppo nuovo ha dimostrato: la possibilità di produzioni sottocosto (come la presente) e una tendenza al 'superrealismo'. Infatti, questa pellicola, ben fotografata e montata magistralmente, ha il suo maggior pregio nella profondità di sguardo sull'ambiente e nella capacità di rendere con pochi tocchi l'autenticità di situazioni e di personaggi. Tali doti appaiono in tutto ciò che circonda i due protagonisti e che, essendo a loro secondario, rischia di passare inosservato. Viceversa il rapporto tra Henry e Bruce, valido come umano disegno di amicizia virile, di fedeltà all'amico e di disponibilità al sacrificio altruista, rimane schematico e superficiale; indica temi di tutto rispetto, come la tragica realtà della morte; ma esige capacità integrative da parte dello spettatore." (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 83, 1977)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy