Australia

FRANCIA, BELGIO, SVIZZERA - 1988
A Terrowie, nel Sud Australia, Edouard Pierson, un abile commerciante di lana, padre della dodicenne Sattie, molto attaccata a lui poiché la madre è morta quando lei era piccolissima, chiamato dal fratello Julien in Belgio per una grave crisi dello stabilimento di lavorazione della lana di cui è comproprietario a Verviers, affida Sattie al socio Peter e alla moglie di questi Dorine e parte per l'Europa. Ad accoglierlo dopo anni di lontananza c'è la madre Odette e il fratello che ha una relazione con la concertista Agnes Decketen: fra Edouard ed i familiari c'è molta freddezza ed ignorano persino l'esistenza di Sattie. Nascono ben presto profondi contrasti ed incomprensioni tra Edouard e Julien sul modo di risolvere la crisi della fabbrica che ha bisogno di nuovi committenti per superare le grosse difficoltà. Edouard è deciso a tornare in Australia dalla sua bambina e a lasciare che sia Julien a cavarsela da solo come meglio crede: ma conosce l'avvocato del fratello, André, e soprattutto sua moglie, l'affascinante e misteriosa Jeanne, dalla quale è attratto immediatamente. Quindi rimane, anzi decide di recarsi a Londra per trovare possibili clienti che possano risolvere i problemi della sua fabbrica. Con lui parte anche Jeanne: fra i due è nato un amore intenso, ma i rimorsi e le incertezze della donna incrinano il rapporto. Edouard, frattanto, riesce nel suo intento trovando un potente uomo d'affari inglese disposto a comprare la lana da lui: la fabbrica è così salva. Torna a Verviers per dare la bella notizia a Julien ma questi è decollato con un piccolo aereo e sembra non voler più atterrare: ad attenderlo a terra e a trepidare per lui oltre ad Edouard ci sono la sua donna Agnes che è anche amica intima di Jeanne e la stessa Jeanne che vorrebbe andare con Edouard in Australia ma che preferisce, all'ultimo momento, restare con il marito e il figlioletto François. Edouard, ormai, è determinato a tornare a casa da Sattie che nel frattempo con grande gioia ha scoperto chi era sua madre, come era bella e quanto suo padre l'amava.
  • Durata: 118'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Produzione: MARIE PASCALE OSTERRIETH, AD PRODUCTIONS (PARIS) - LES FILMS DE LA DREVE (BRUXELLES) - CAB PROD (LAUSANNE)
  • Distribuzione: BIM DISTRIBUZIONE (1989) - GENERAL VIDEO, SAN PASOLO AUDIOVISIVI - LASERDISC: RCS FILMS&TV, PHILIPS VIDEO CLASSICS

NOTE

- DIALOGHI: JEAN GRUAULT, JACQUES AUDIARD, J.-J. ANDRIEN.

CRITICA

E' un film d'amore con il passo lungo di un romanzo naturalistico che fa la spola tra una città laniera belga e gli spazi sconfinati dell'Australia; una prima mezzora di belle immagini grazie alla fotografia del greco Arvanitis. (Laura e Morando Morandini, Telesette)
Un film gelido e patinato, scandito da una bella fotografia e punteggiato da tante buone intenzioni mai veramente concretizzate. (Francesco Mininni, Magazine italiano tv)
Il film offre solamente una buona fotografia e un'ambientazione estremamente aderente e precisa. (Segnalazioni Cinematografiche)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy