Appassionatamente

ITALIA - 1954
Elena, figlia del conte d'Alberti, è innamorata di Carlo, giovane medico partito per l'Africa. Per salvare il padre dalla rovina essa sposa senza amore Andrea Morandi, ricco proprietario di miniere. Dopo le nozze Andrea ha la rivelazione della verità, cosicché fra i due non si stabiliscono normali rapporti coniugali, ma le relazioni tra i due coniugi sono esteriormente corrette e, trascorso qualche tempo, Elena sente di amare suo marito. Non sapendo come fare per riavvicinarsi a lui, si confida con l'amica Ortensia. Questa avrebbe dovuto consegnare ad Elena una lettera di Carlo; ma, resasi conto della situazione, getta la lettera nel caminetto. Disgraziatamente il foglio non viene distrutto dalle fiamme: lo trova Paola, cugina d'Andrea, che aveva sperato di poterlo sposare. Essa fa in modo che la lettera giunga nelle mani d'Andrea, che decide di mandar via Elena, ma quando Andrea è ferito in seguito ad un incidente nella miniera, Elena lo cura amorevolmente. Paola allora sostituisce con l'arsenico una medicina prescritta ad Andrea, cosicché Elena, che lo assiste, viene accusata di tentato avvelenamento. Per fortuna una domestica, che ha sorpreso un discorso tra Paola e suo fratello Antonio, rivela la verità. Andrea, che aveva cacciato la moglie, giunge appena in tempo a salvarla dalle mani di Antonio, mentre questi stava per spingerla in un burrone.
  • Durata: 102'
  • Genere: DRAMMATICO
  • Produzione: RIZZOLI FILM
  • Distribuzione: DEAR FILM

NOTE

- AIUTO REGSITA:PAOLO HEUSCH

- ASSISTENTE REGIA: FABIO DE AGOSTINI

CRITICA

."(...) Si deve tuttavia alla linda e precisa regia di Gentilomo se almeno la sua cornice rivela un certo decoro (...)". (G. L. Rondi, "Il Tempo", 22/1/1955)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy