Accadde di notte

Durante una delle solite ispezioni notturne la squadra del buon costume rastrella alla periferia della città due giovani donne ed un uomo, che vengono condotti alla polizia per essere interrogati. L'uomo è lo scultore Stefano Maresi, il quale va soggetto a periodiche crisi psichiche: il timore di nuocere a qualche persona della famiglia lo induce ad allontanarsi da casa durante la crisi, per farvi ritorno non appena la crisi sia passata. Lo scultore racconta la sua storia al commissario, che lo ascolta con umana comprensione ed accoglie alla fine la preghiera della moglie, permettendole di riportarsi a casa il marito, sul quale la donna s'impegna ad esercitare una più efficace sorveglianza. Una delle ragazze rastrellate è Rosetta Donati, ex attrice di fotoromanzi. Rosetta è stata abbandonata da Roberto Ardenzi, un divo del "fumetto", ch'ella conobbe e amò, in circostanze davvero inconsuete. C'è un giornalista, che riconosce Rosetta e ne ha stima, conferma la veridicità della sua storia. Anche Rosetta viene rimessa in libertà e se ne va in compagnia del giornalista. L'altra ragazza è Nedda Pascale, giovane contadina calabrese, venuta a Roma perché, com'ella afferma, vuol parlare al re, per ottenere giustizia e riparazione per l'uccisione di suo padre, della quale è responsabile il suo innamorato Saro, complice involontario di certi banditi. Il commissario affida la ragazza al brigadiere, che si offre di condurla a casa da sua moglie, avendo appreso che le due donne si conoscono. Nedda se ne va col commissario, ripetendo monotonamente la sua richiesta di parlare al re per aver giustizia.
  • Durata: 85'
  • Colore: B/N
  • Genere: COMMEDIA
  • Produzione: VELINO
  • Distribuzione: SIDEN
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy