Tommy Lee Jones

SAN SABA, Texas (USA), 15 settembre 1946
 

BIOGRAFIA

Tommy Lee Jones
Attore. Figlio unico di una coppia infelice, vive un'infanzia difficile, testimone impotente del divorzio dei genitori. Il football, grande amore di gioventù, gli permette di ottenere una borsa di studio alla St. Mark's School di Dallas. Qui, prendendo parte ad una produzione studentesca, Jones scopre il teatro. Ancora il football gli apre le porte di Harvard, dove gli capita di avere Al Gore come compagno di stanza e di poter affinare le sue capacità sceniche in alcune rappresentazioni shakespeariane. Il sogno di diventare un giocatore professionista e di essere ingaggiato dai Dallas Cowboys s'infrange però a causa della sua struttura fisica troppo leggera. Il football perderà così un giocatore, ma il mondo dello spettacolo guadagnerà un attore. Jones, infatti, lasciata Harvard dopo una laurea con lode in letteratura inglese, si sposta a New York, e qui in pochi giorni ottiene il primo ruolo a Broadway (in "A Patriot For Me") e vari lavori televisivi. Per alcune stagioni appare in un serial della ABC ("One Life To Live"), e nel 1970 debutta nel cinema: è il compagno di camera di Ryan O'Neal in "Love Story". La sua carriera teatrale, invece, segna il passo e questo lo spinge a trasferirsi a Los Angeles, dove giunge nel 1975. Di lì a poco ottiene ruoli importanti nell'episodio pilota di "Charlie's Angels" e nel film "Eccesso di difesa" , in cui è un evaso braccato dalla polizia. Per circa quindici anni Jones lavora soprattutto in televisione. Per quanto riguarda il cinema, nel 1980 è il marito della cantante country Loretta Lynn ne "La ragazza di Nashville" e nel 1988 è il protagonista in "Stormy Monday - Lunedì di tempesta", in cui veste i panni di Cosmo, losco uomo d'affari americano che vuole demolire il centro storico di Newcastle per far posto ad attività per lui redditizie. È però nel 1991 che la carriera di Jones giunge a una svolta: con "JFK" di Oliver Stone - in cui è Clay Shown, uno dei sospettati della cospirazione che ha portato all'assassinio di Kennedy - Tommy Lee Jones ottiene la prima nomination all'Oscar come miglior attore non protagonista. Nella stessa categoria, l'Oscar gli arriverà tre anni più tardi, per la sua interpretazione di Sam Gerard, il federale che insegue Harrison Ford ne "Il fuggitivo"; un ruolo con il quale, a detta di alcuni, svetta addirittura su Ford, che del film è il protagonista. Sull'onda del successo, nello stesso 1994 Jones appare in tre film come "Blown Away", "Il cliente" e "Assassini nati - Natural Born Killers". Dopo la partecipazione a "Batman Forever" (1995) , nel '97 è il responsabile della protezione civile che salva Los Angeles da una disastrosa eruzione vulcanica in "Vulcano - Los Angeles 1997" e il collega 'anziano' di Will Smith in "M.I.B. - Men in Black" e nel 1999 partecipa a "Colpevole d'innocenza" di Bruce Beresford. Nel 2000 è accanto a Clint Eastwood, Donald Sutherland e James Garner in "Space Cowboy" (diretto da Eastwood), film che è stato presentato al Festival del Cinema di Venezia 2000. Nel 2005 ha prodotto, diretto e interpretato il film "Le tre sepolture" con cui al 58mo festival di Cannes ha vinto il premio per la migliore interpretazione maschile mentre Guillermo Arriaga è stato premiato per la miglior sceneggiatura.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy