Claude Sautet

MONTROUGE, Parigi (Francia), 23 Febbraio 1924
PARIGI (Francia), 21 Luglio 2000
 

BIOGRAFIA

Uno dei più popolari registi francesi. Nato a Montrouge, alla periferia di Parigi, autore, sceneggiatore, critico musicale per 'Combat' e supervisore di copioni - lavora anche a Roma riscrivendo copioni con Ennio Flaiano e Dino Buzzati. Esordisce come regista nel 1956 con un insuccesso: "Buongiorno sorriso". Le cose cambiano con "Asfalto che scotta" (1960) poliziesco con Lino Ventura e Jean Paul Belmondo che gli vale dalla critica la patente di bravo regista di film d'azione. Quattro anni dopo è la volta di "Corpo a corpo", con Lino Ventura e Sylva Koscina, dove cominciano ad intravedersi le tematiche a lui più care; l'amicizia e i sentimenti. Nel 1970 vince il premio 'Delluc' e ottiene il primo grande successo di pubblico con "L'amante". Segue "Una donna semplice" nel 1987, con Romy Schneider. Negli ultimi anni della sua carriera ha realizzato pellicole giudicate con entusiasmo unanime dalla critica e dal pubblico: "Qualche giorno con me" (1988) con Daniel Auteuil e Sandrine Bonnaire, "Un cuore in inverno" (1992) con Emmanuelle Bèart e lo stesso Auteuil e "Nelly e Monsieur Arnaud" (1995), con Michel Serrault ed ancora la Bèart. Muore nella sua abitazione di Parigi a causa di un tumore al fegato.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy