Tertio Millennio, c’è Hannah

Il film che è valso la Coppa Volpi a Charlotte Rampling oggi al Festival. Il regista Andrea Pallaoro incontra il pubblico, in Sala Trevi alle 20.30. In concorso Krieg e The Testament
Tertio Millennio, c’è Hannah
Hannah

L’anteprima di “Hannah” è l’evento speciale della terza giornata del XXI Tertio Millennio Film Fest. L’atteso nuovo film di Andrea Pallaoro – già vincitore alla Mostra del Cinema di Venezia della Coppa Volpi per la sua straordinaria interprete Charlotte Rampling – sarà proiettato oggi, giovedì 14 dicembre alle ore 20.30 al Cinema Trevi di Roma (vicolo del Puttarello 25) e per l’occasione il regista italiano incontrerà il pubblico in sala.

                        Andrea Pallaoro

Prosegue anche il concorso con altri due titoli in competizione per il “Premio Tertio Millennio – Un film per il dialogo interreligioso”: “Krieg” di Rick Ostermann (ore 16.00 al Cinema Trevi) e “The Testament” di Amichai Greenberg (ore 18.00 al Cinema Trevi).

Sono in tutto 9 i titoli tra i quali una giura interreligiosa presieduta da Mons. Davide Milani, Presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo, e composta da Tiago Branchini, Delegato italiano dell’Associazione Internazionale Protestante Cinema INTERFILM, Sira Fatucci, Delegato per Il Pitigliani – Centro Ebraico Italiano, e Zanolo Yahya Abd al-Ahad, Delegato della Comunità Religiosa Islamica Italiana CO.RE.IS, dovrà selezionare il vincitore del prestigioso riconoscimento. La cerimonia di consegna si terrà, alla presenza di Mons. Dario E. Viganò, Prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede, sabato 16 dicembre alle ore 17.30 in Filmoteca Vaticana con la conduzione di Francesca Fialdini e sarà preceduta dal monologo teatrale “Fare un’anima” scritto e interpretato da Giacomo Poretti.

Dedicato quest’anno al tema “È tempo di migrare. Memoria, identità, relazioni”, il XXI Tertio Millennio Film Fest è organizzato dalla Fondazione Ente dello Spettacolo (FEdS) con il patrocinio della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede, del Pontificio Consiglio della Cultura, dell’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali CEI, della Direzione Generale Cinema MiBACT e dell’Assessorato alla Crescita Culturale del Comune di Roma e si propone come luogo di dialogo interreligioso e interculturale tra le comunità cattolica, protestante, ebraica e islamica.

Programma di giovedì 14 dicembre 2017

16.00 CINEMA TREVI

CONCORSO

KRIEG (2017, Germania – Drammatico – 91’)

di Rick Ostermann

con Ulrich Matthes, Barbara Auer, Jördis Triebel

Il film è la storia di Arnold Stein che, alla ricerca della pace personale, si ritira in una baita isolata tra le montagne. La sua pace, però, viene bruscamente interrotta quando uno sconosciuto inizia a terrorizzarlo e lo coinvolge in una guerra snervante.

Il cinema tedesco inizia a interrogarsi sulle conseguenze della guerra al terrore, partendo da quelli che sono rimasti a casa. I sopravvissuti loro malgrado. Come questo padre, che ha perso il figlio partito volontario per combattere “gli uomini barbuti”, come lui li chiama, e mai più tornato. Il film di Rick Ostermann non segue un andamento imprevedibile, forse perché le vie del dolore non sono infinte, anzi. L’uomo si ritroverà da solo con il suo cane a continuare una personalissima guerra contro un assalitore senza nome. Le metafore si sprecano, l’operazione si regge su due ordini temporali che si intrecciano continuamente: prima e dopo il dramma. La vera temporalità interna del film però, che è poi quella del suo personaggio principale, sta in quel “mentre” lì in mezzo al prima e al dopo. La morte del figlio che svuota ogni prima e impedisce ogni dopo, tanto la possibilità di viverne il ricordo quanto di immaginare una vita davanti. Ma non tutto è perduto.

 18.00 CINEMA TREVI

CONCORSO

THE TESTAMENT (HA’EDUT) (2017, Israele/ Austria – Drammatico – 94’)

di Amichai Greenberg

con Ori, Rivka Gur, Hagit Dasberg Shamul

Le certezze di uno storico israeliano, impegnato in una battaglia legale contro il governo austriaco per il riconoscimento di una fossa comune in cui sarebbero seppelliti 200 ebrei massacrati dai nazisti, vengono meno quando scopre che la madre non è chi afferma di essere.

Il tema dell’identità, della memoria e del negazionismo come non erano stati mai affrontati: un tesissimo giallo psicologico che lavora molto bene sulla superficie indiziaria del reale vagliandola attraverso una sofisticata e talvolta ambigua messa in scena metaforica. Un esordio davvero sorprendente.

20.30 CINEMA TREVI

EVENTO SPECIALE

HANNAH (2017, Italia/Belgio/Francia – Drammatico – 95’)

di Andrea Pallaoro

con Charlotte Rampling

Incontro con il regista

Hannah è il ritratto intimo di una donna che non riesce ad accettare la realtà che la circonda. Rimasta sola, alle prese con le conseguenze dell’arresto del marito, Hannah inizia a sgretolarsi. Attraverso l’esplorazione del suo graduale crollo emotivo e psicologico, il film indaga il confine delicato tra l’identità del singolo, le relazioni umane e le pressioni sociali.

Ad Andrea Pallaoro, acclamato autore di Medeas, interessa registrare l’inesorabile implosione esistenziale di una donna avanti con gli anni – una superba Charlotte Rampling – presa nel dilemma tra il sopravvivere dentro una bugia o il dissolversi nella verità. Dentro una cornice irreparabilmente incrinata di relazioni umane, ora strumentali, ora fredde, ora scoppiate, Hannah è figura di uno spaesamento generale, l’insorgenza di qualcosa di maligno nel tessuto della società europea. Qualcosa che il regista trentino riesce a evocare con una messa in scena precisa, geometrica, di grande rigore, a conferma di uno dei talenti più puri del nuovo cinema italiano.

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy