The Lighthouse

Willem Dafoe e Robert Pattinson guardiani del faro per Robert Eggers: discesa agli inferi, furba ma pregevole. All'IFFAM di Macao

7 Dicembre 2019
3,5/5
The Lighthouse

Il vecchio, il giovane e il mare. Ci sono retaggi, eredità e simmetrie, ma in un mix quasi inedito nell’opera seconda di Robert Eggers dopo l’acclamato The Witch (2015): The Lighthouse è piccolo ma pieno da scoppiare; ha un bianco e nero che diresti minimalista ma è, al contrario, massimalista; è un dramma da camera ma quella camera è un faro; ha tentacoli giganteschi, sirene e gabbiani vittime o carnefici, ma è il passo a due del vecchio e del giovane, entrambi guardiani del faro.

Ultimi decennio dell’Ottocento, New England, un’isola isolata, nere le rocce, nero l’orizzonte: il vecchio lupo di mare è Willem Dafoe, il suo nuovo assistente, ovvero schiavo, è Robert Pattinson, devono starci per quattro settimane, ce la faranno?

Atmosfere gotiche, stilizzazione palese, da Van Gogh a Moby Dick tutto quello che vi può venire in mente c’è, il formato Movietone 1.19:1 pure, e nella dinamica servo-padrone a gradazione variabile e infine imbibita di cherosene verrà la domanda, la solita: quis custodiet ipsos custodes?

The Lighthouse, in anteprima alla Quinzaine di Cannes e ora all’IFFAM di Macao, è un film furbo, che Eggers lo fosse ce n’eravamo già accorti, e che a produrre sia ancora A24 corrobora, ma non è un film disprezzabile, tutt’altro: gli attori, Dafoe su Pattinson, ci sanno fare, dominano e catalizzano, gli scontri sono sballati come si conviene, il mito, l’antico fa capolino per davvero, l’homo homini lupus azzanna, la licenza di variare, dalla pazzia all’horror anche generi e registri, concessa.

Eggers non è, ancora, un autore, ma gira dandolo per scontato, con qualche pregio: non viene per nulla, The Lighthouse, anzi, accende una luce sinistra sulla nostra follia. Perché possiamo scegliere se essere Dafoe o Pattinson, ma non di non essere lì, tra marosi mondani e presenze altre. Condannati a noi stessi.

Lascia una recensione

3 Commenti on "The Lighthouse"

avatar
più nuovi più vecchi più votati
Albertigno
Ospite

Occhio che nell’articolo avete scritto David Eggers anziché Robert.

Elena
Ospite

Si chiama robert eggers il regista.

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy