San Andreas

La possanza di The Rock contro il Big One: il risultato è ridicolo ma la distruzione di un’intera città ha il suo perché

27 Maggio 2015
2/5
San Andreas
San Andreas

Nell’ennesima, scontata riproposizione cinematografica del fantasma del “Big One”, il devastante terremoto che secondo molti esperti potrebbe colpire la California nel prossimo futuro, l’esorcizzazione dell’incubo viene affidata ai massicci muscoli di Dwayne Johnson, il wrestler “The Rock”. Il nerboruto attore ritrova il regista Brad Peyton dopo il fantasy adolescenziale Viaggio nell’isola misteriosa.

La California, a causa dello smottamento della famigerata faglia di Sant’Andrea, viene colpita dal più grande terremoto mai registrato: Ray, pilota di elicotteri dei pompieri di Los Angeles, dovrà affrontare il micidiale sciame sismico per salvare la vita prima di sua moglie Emma (Carla Gugino) a Los Angeles e poi dell’amata figlia Blake (Alexandra Daddario, già vista in True Detective) a San Francisco. Il viaggio attraverso la devastazione della costa occidentale degli Stati Uniti si rivelerà anche un ottimo rimedio ai problemi coniugali della coppia protagonista. Ah, come è bella la fantasia: basta solo un terremoto in grado di distruggere un intero paese per riunire una famiglia lacerata.

Certo, sorvolando sull’assurdità narrativa di molte situazioni, la rasentata stupidità di diversi dialoghi e la mancanza assoluta di qualsiasi spunto di originalità in ogni aspetto della trama, bisogna ammettere che dà sempre una certa soddisfazione ammirare sul grande schermo la distruzione totale di un grande agglomerato urbano a causa di un cataclisma di proporzioni bibliche. E almeno questo, a San Andreas e ai suoi effetti speciali di alto livello, glielo concediamo. Anche in 3D.

Lascia una recensione

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy