Sky che farà

Cento i titoli Original proposti nel 2022, è la prima piattaforma pay per produzione di serie tv in Italia: "Coraggio, talento e ambizione”, dice il vicepresidente Nils Hartmann
Sky che farà
Il cast e il regista di A Casa Tutti Bene -La Serie Sky Original al photocall della conferenza stampa

Cento i titoli Sky Original (di cui 60 solo italiani) proposti nel 2022, numeri che ne fanno la prima piattaforma pay per produzione di serie tv in Italia (26 quelli originali prodotti negli ultimi tre anni), 200 prime visioni e ben 2500 titoli di cinema l’anno e poi ancora i grandi show e i documentari, l’arte e i programmi per tutta la famiglia. Sono tante le novità di Sky che ieri sono state annunciate in primis da Nils Hartmann, vicepresidente di Sky, che ha sottolineato i tre valori fondanti della scelta, ovvero: “coraggio, talento e ambizione” parlando della crescita di Sky rispetto a un mercato televisivo in forte contrazione.

La ricca line-up di contenuti originali vede il ritorno di Petra con Paola Cortellesi, in arrivo a settembre con quattro nuove storie ancora dirette da Maria Sole Tognazzi; il debutto di una novità assoluta come Il Grande Gioco sul mondo del calciomercato e dei procuratori sportivi, con Francesco Montanari di nuovo protagonista di una serie tv Sky a 14 anni da Romanzo Criminale;  i nuovi episodi di Romulus, serie di Matteo Rovere che ricostruisce la nascita di Roma; I delitti BarLume di Roan Johnson ispirata al mondo dei romanzi di Marco Malvaldi arrivata ormai alla decima stagione. E poi le attesissime Call My Agent-Italia e Django, rilettura in chiave contemporanea del classico western di Corbucci diretta, tra gli altri, da Francesca Comencini.

Diverse le serie tv attualmente e a breve sul set, tra cui le nuove stagioni di A casa tutti bene e di Christian e anche il prison drama Il Re con Luca Zingaretti.

In cantiere anche grandi novità in sviluppo che si aggiungono alla lista dei progetti originali: da M. Il Figlio del Secolo dal romanzo Premio Strega di Antonio Scurati (edito da Bompiani) sull’ascesa al potere di Benito Mussolini a La città dei vivi dal bestseller di Nicola Lagioia (Einaudi) sull’omicidio di Luca Varani. E ancora: la prima serie diretta da Valeria Golino L’Arte della Gioia, dallo scandaloso romanzo postumo di Goliarda Sapienza ambientato nella Sicilia rurale dei primi del 1900; il dramedy Hanno ucciso l’Uomo Ragno di Sydney Sibilia sulla vera storia degli 883 e Dostoevskij diretto dai fratelli D’Innocenzo, alla loro prima serie tv, e interpretato da Filippo Timi.

A queste si aggiungono le numerosissime serie d’acquisizione, tra le più attese e premiate del panorama mondiale, la terza stagione di Succession e il primo capitolo del gioiellino HBO The White Lotus che hanno appena fatto incetta di nomination agli Emmy Awards 2022 (25 e 20 menzioni rispettivamente), ma anche Euphoria This England sui primi mesi da premier di Boris Johnson e l’amata Yellowstone con Kevin Costner. Un titolo per tutti, in uscita il 22 agosto, in esclusiva e in contemporanea con l’America: House of the Dragon, attesissimo prequel de Il Trono di Spade.

In arrivo anche tanti nuovi titoli internazionali, tra i più grandi blockbuster. Tra questi:  Spider Man: No Way HomeBelfastUnchartedMatrix Resurrections e Cry Macho- Ritorno a casa. Protagonista anche il grande cinema italiano tra commedia e film d’autore. Si spazia da Il sesso degli angeli di Leonardo Pieraccioni a Chi ha incastrato Babbo Natale? di Alessandro Siani fino a Leonora addio di Paolo Taviani.

In programma anche diversi film italiani targati Sky Original come The Hanging Sun -Sole di mezzanotte di Francesco Carrozzini, dal bestseller di Jo Nesbø, con Alessandro Borghi; I Viaggiatori su un insolito viaggio straordinario nel tempo con un gruppo di giovani attori affiancati da un Fabrizio Gifuni quasi irriconoscibile nella parte del villain e Rosanero con Salvatore Esposito protagonista di una favola magica che sarà presentata al Giffoni la prossima settimana (“interpreto un cattivone che si ritrova al pronto soccorso insieme a una giovane ragazza e per qualcosa di divino si scambiano le anime”, dice Esposito). Last, but not least: Beata te diretto da Paola Randi con Serena Rossi affiancata da un insolito Fabio Balsamo in un progetto di autodeterminazione al femminile. “Il film parla di una donna dalla vita un po’ incasinata alla quale appare l’arcangelo Gabriele, interpretato da Balsamo, dicendole alla soglia dei quarant’anni che può farla diventare mamma”, dice Serena Rossi.

Per gli show di Sky ai nastri di partenza della nuova stagione: la nuova attesa edizione di X Factor con una squadra completamente rinnovata e Fedez e Ambra in giuria, e poi MasterChef con i  giudici chef, nonché i programmi che hanno esordito lo scorso anno diventando presto dei cult come Pechino Express e Quelle Brave Ragazze. Sky Arte che quest’anno compie dieci anni continuerà a valorizzare il patrimonio artistico e culturale con diverse produzioni originali. Sky Documentaries al contempo continuerà ad essere il luogo dei doc narrativi, in arrivo grandi epopee sportive come quella tra i due grandi piloti di Formula 1, Villeneuve Pironi e il ricordo appassionante dei Mondiali 2006, oltre alle grandi biografie come The Princess su Lady Diana o il doc che ripercorre la vita del grande Sergio Leone. Sky Nature apre una finestra sul mondo della natura e continua a valorizzare il territorio italiano con titoli come Il MarsicanoL’Ultimo Orso, doc sulla specie endemica d’Abruzzo e tra le 15 al mondo in via di estinzione. Si rafforza infine la linea editoriale di TV8, il canale free to air di Sky, con tante nuove produzioni originali in palinsesto anche per la prossima stagione televisiva, che proporrà una ricca offerta tra nuovi programmi e grandi conferme. Tra gli altri, è atteso per l’autunno 100% Italia, un nuovissimo game show in access prime time condotto da Nicola Savino.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy