Scamarcio è Lo Spietato

"Interpretare film così è il motivo per cui faccio questo mestiere", dice l'attore. Gangster-movie diretto da Renato De Maria, in sala dall'8 al 10 aprile, poi su Netflix
Scamarcio è Lo Spietato

“Io e Renato siamo cresciuti con questo tipo di film. Abbiamo girato tutto in sole sei settimane, a tamburo battente, abbiamo giocato e ci siamo divertiti. Che poi è questa la ragione per cui faccio l’attore”.

Riccardo Scamarcio è protagonista de Lo Spietato, nuovo film diretto da Renato De Maria prodotto da Bibi Film e Rai Cinema.

Grazie alla nuova legislazione sulla distribuzione dei film, Lo Spietato sarà nelle sale per un lancio evento i prossimi 8-9-10 aprile, sotto l’etichetta Nexo Digital, poi sarà disponibile su Netflix dal 19 aprile.

Liberamente ispirato al libro Manager Calibro 9 (Garzanti) di Luca Fazzo e Piero Colaprico, il film racconta la storia di Santo Russo, calabrese di nascita e milanese di adozione, invischiato fin da giovanissimo nella malavita e determinato a diventare l’uomo più ricco, potente e rispettato della Milano “da bere” degli anni ’80.

“Era il film che volevo fare sin da adolescente. Leggevo Ammett, amavo i gangster movie e il noir americano, e questa passione mi è rimasta dentro da allora. In queste storie c’è tutto: l’azione, l’ascesa e la perdita del potere, la storia d’amore e tanta spettacolarità”, racconta Renato De Maria.

La colonna sonora del film, tutta italiana, è stata curata da Alberto Sinigallia, al quarto film con Renato De Maria. “Ormai con lui andiamo quasi in automatico: mi dà degli spunti, a partire da canzoni famose, e noi creiamo solitamente per contrasto. Questa volta, invece, abbiamo lavorato anche per similitudine. Abbiamo una grande tradizione audiovisiva in questo genere e ci sembrava giusto rispettarla”.

Il film è costato circa 4 milioni e Netflix è entrato nell’ultima fase di produzione, a riprese ormai ultimate, virando la distribuzione verso la piattaforma streaming, con solo tre giorni nelle sale, in luogo però di una diffusione digitale su 190 paesi in 20 lingue. Gli stessi Scamarcio e Sara Serraiocco, attrice coprotagonista, si stanno ridoppiando in inglese.

Al riguardo, conclude il produttore Angelo Barbagallo: “Il tono leggero e ironico del film, così ben interpretato dal nostro protagonista, lo rende potenzialmente interessante al grande pubblico di 140 milioni di abbonati a Nefflix”.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy