Nella Rete del Biografilm

"Sarà un vero e proprio festival, anche se si svolgerà online", dice la direttrice Leena Pasanen. Dal 5 al 15 giugno, scopri l'edizione
Nella Rete del Biografilm

“Non abbiamo voluto bucare il nostro appuntamento e sarà un vero e proprio festival anche se si svolgerà in rete”, così la direttrice del Biografilm Festival Leena Pasanen alla presentazione del programma di quest’edizione. Un’edizione “diversa” che si svolgerà online dal 5 al 15 giugno con più di quaranta film ed eventi online sulla piattaforma MyMovies.it e che si concluderà con una speciale cerimonia di premiazione dal vivo.

Nella serata finale, che si terrà al Pop Up Cinema Medica Palace di Bologna, sarà anche proiettato il film Gli anni che cantano di Filippo Vendemmiati in anteprima mondiale.

“Questa cerimonia che si svolgerà il 15 giugno. Una data che segnerà un nuovo inizio per la stagione cinematografica e che darà un messaggio di speranza. Le nuove modalità di fruizione saranno una risorsa per entrare in contatto con un pubblico più vasto. Anche se naturalmente la modalità che amiamo rimane quella della condivisione in sala”, prosegue Leena Pasanen.

Il festival aprirà con Faith di Valentina Pedicini, un’esperienza immersiva dentro un monastero tra le colline italiane, in una comunità di monaci cristiani ex campioni di arti marziali, tra preghiere notturne e allenamenti massacranti. Sono stati selezionati quarantacinque film provenienti da venticinque paesi differenti. Quest’anno “la competizione è un po’ meno vasta del solito, ma è molto internazionale e ci sono molte opere prime e tante registe donne”.

Le due sezioni competitive del Festival, come sempre, presentano il meglio della produzione documentaria del momento. Biografilm Italia si concentra sui film di produzione italiana, dando spazio alle opere più interessanti e innovative, proponendo una lettura non scontata e sfaccettata dell’Italia di oggi.

Il Concorso Internazionale raccoglie i documentari più affascinanti e attesi provenienti da tutto il mondo, Italia compresa. I film selezionati per questa sezione ci regalano prospettive inedite su vite, mondi e vicende che vale la pena conoscere.

Da segnalare l’anteprima italiana di #Unfit – The Psychology of Donald J. Trump di Dan Partland, un’analisi rivelatrice del comportamento, della psiche e  dello stato mentale del presidente Trump e dei suoi sostenitori. E anche The Forum di Marcus Vetter, sempre in anteprima italiana, film sul World Economic Forum. Presentati entrambi nella sezione Contemporary Lives.

Torna anche quest’anno la sezione Biografilm Art & Music, amata e attesa dal pubblico del festival e ricca di racconti di vite eccezionali. Dalla fotografia, alla musica, all’arte, alla pittura, alla letteratura, al cinema, i film proposti raccontano storie intense e vere.

“Apprezzo molto il coraggio di proseguire e sono convinto che l’edizione del prossimo anno sarà ancora più bella perché avremo scoperto anche tutte le potenzialità del digitale. Una nuova frontiera si apre oltre a quella tradizionale della condivisione in sala”, dice l’assessore alla cultura dell’Emilia Romagna Mauro Felicori. E l’assessore alla cultura della città di Bologna Matteo Lepore aggiunge: “Il Biografilm è un patrimonio per la nostra città. Questa è un’edizione di passaggio che si svolge in un anno particolare e sarà un esperimento importante”.

Sarà dunque possibile vedere online le grandi biografie e le migliori storie cinematografiche di vita, prenotando un posto nella sala virtuale del festival, accedendo al sito www.mymovies.it e creando un account e sarà possibile fruire la visione nell’arco delle 24 ore successive all’inizio della proiezione.

“Sono già quasi 5000 i biglietti virtuali staccati, più dello scorso anno”, conclude Leena Pasanen.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy