Nastri ai giovani talenti

Jacopo Costantini, Matteo Gatta e Lodo Guenzi, Ludovica Francesconi, Alice Filippi, Alice Pagani: le promesse d'Argento
Nastri ai giovani talenti

I Nastri d’Argento festeggiano il 75.mo compleanno segnalando, tra i riconoscimenti in arrivo, anche il talento di 7 giovanissimi, esordienti di oggi che saranno, secondo i Giornalisti Cinematografici, tra i protagonisti di domani. Con i tre giovani attori di Est – Dittatura Last Minute di Antonio Pisu, Jacopo Costantini, Matteo Gatta e Lodo Guenzi, diviso tra le platee dei concerti con Lo Stato Sociale e il suo primo set, compie già i primi vent’anni il Premio Guglielmo Biraghi che celebra fra le più giovani attrici Ludovica Francesconi, protagonista della commedia dal successo sorprendente Sul più bello di Alice Filippi, e con lei Alice Pagani protagonista del film di Andrea De Sica, in ‘cinquina’ tra i candidati al ‘film dell’anno’ Non mi  uccidere.

Nel nome del grande giornalista e critico Guglielmo Biraghi, anche Direttore artistico della Mostra di Venezia e di storiche edizioni del Festival di Taormina, il Biraghi è il riconoscimento dei Giornalisti alle ‘scoperte’ più giovani. Nato nel 2001 con due nomi diventati subito di primo piano come Jasmine Trinca, rivelazione de La stanza del figlio di Nanni Moretti e Jamie Bell, salito alla ribalta per il ruolo di Billy Elliot, il premio è diventato negli anni sempre più importante nel mondo degli agenti. Nel suo palmarès oltre 50 talenti tra i quali Adriano Giannini, Riccardo Scamarcio, Valeria Solarino, Cristiana Capotondi e Nicolas Vaporidis, e ancora Elio Germano, Valentina Lodovini, Michele Riondino, Luca Argentero e Isabella Ragonese, Sara Serraiocco, Matilde Gioli, e Greta Scarano fino a Matilda De Angelis, Pietro Castellitto, oggi anche regista, Andrea Carpenzano e Benedetta Porcaroli.

È al sesto anno anche il Premio Graziella Bonacchi nel nome dell’agente, scomparsa troppo presto, che ha lanciato le attrici e gli attori oggi più rappresentativi del cinema italiano: da Pierfrancesco Favino, Claudio Santamaria, Stefano Accorsi, solo per citarne alcuni. Il premio, attribuito dai Giornalisti Cinematografici insieme alle attrici e agli attori nati con Graziella nell’agenzia TNA, va quest’anno a Ginevra Francesconi, la giovane protagonista di una commedia anche candidata in ‘cinquina’ come Genitori vs Influencer di Michela Andreozzi e di un’opera prima delicata e interessante, sempre in  ‘cinquina’, come Regina di Alessandro Grande.

E chiude l’esercito dei più giovani premiati, che riceveranno i riconoscimenti martedì 22 al MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Lorenzo Zurzolo, che ha rivelato il suo talento negli anni e quest’anno è stato protagonista del film di Federico Zampaglione Morrison. Dopo aver frequentato i set già da bambino per la fiction, ha incontrato la musica e un film che gli ha dato la doppia possibilità di cantare e recitare. Il Premio Nastri d’Argento/Persol, giunto alla decima edizione, lo sceglie tra i più giovani come ‘personaggio dell’anno’, segnalandolo così nel palmarès di un premio già andato a protagonisti di diverse  generazioni come Kim Rossi Stuart, Pierfrancesco Favino, Maria Sole Tognazzi, Elio Germano, Luca Marinelli, Alessandro Borghi, Claudio Amendola, Luca Argentero, Edoardo Leo e Andrea Carpenzano, talenti di primo piano che hanno ottenuto il riconoscimento condiviso con un brand di grande successo da oltre cent’anni, da sempre vicino al mondo del cinema internazionale.

 

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy