L’anno che verrà

Nessun Dubbio per la Disney, Paramount ci "guarda", il Leone Lucky Red e Il grande sogno Medusa: a Sorrento i line-up 2009
2 Dicembre 2008
L’anno che verrà

Alla XXXI edizione delle Giornate professionali di Sorrento cominciano a parlare i film, o quanto meno parte di essi: Disney, Paramount, Lucky Red e Medusa hanno presentato i rispettivi line-up del 2009. Tra spettacolarità e 3D (il nuovo film Pixar Up, i “vecchi” film Pixar Toy Story 1 e 2 che saranno rifatti tridimensionalmente in attesa dell’inedito terzo capitolo, previsto per il 2010, A Christmas Carol di Zemeckis con Jim Carrey in sette ruoli), Disney annuncia il nuovo brand “Disneynature” e propone, dall’anno prossimo, almeno un film all’anno dedicato alla natura: si parte ad aprile con Earth – La nostra terra e poi, a novembre, sarà la volta di The Crimson Wing – Il misterioso mondo dei fenicotteri rosa. L’offerta Disney per tutta la famiglia prevede poi Beverly Hills Chihuahua (a gennaio), Ricatto d’amore con Sandra Bullock e Ryan Reynolds, I Love Shopping, ispirato al bestseller di Sophie Kinsella e Racconti incantati, con un Adam Sandler impegnato a dover rivivere le stesse situazioni inventate per intrattenere i piccoli nipoti. Il titolo che invece aprirà molto probabilmente le porte per gli Academy Awards è però Il dubbio, scritto e diretto dal premio Pulitzer John Patrick Shanley e interpretato da Meryl Streep e Philip Seymour Hoffman, rispettivamente suora e prete in un istituto religioso nella New York degli anni ’60.
Sul versante Paramount, invece, a parte l’avanzamento a braccetto con Disney per quello che riguarda il discorso sul 3D (Mostri contro Alieni rappresenta il primo capitolo della rivoluzione DreamWorks, in uscita la prossima primavera), guarda agli Oscar con Revolutionary Road di Sam Mendes, interpretato da Leonardo Di Caprio e Kate Winslet, di nuovo insieme dai tempi del Titanic (in sala dal 30 gennaio), punta fortissimo sul nuovo Star Trek firmato J.J. Abrams (in day and date l’8 maggio), e scommette sul paranoico Eagle Eye, interpretato da Shia LaBeouf, ripropone l’orrorifico Venerdì 13, diretto stavolta da Marcus Nispel (già autore del remake di Non aprite quella porta) ma soprattutto attende enormi riscontri da Watchmen, ultimo lavoro di Zack Snyder dopo il successo di 300, ora impegnato con il celebre graphic novel di Alan Moore, nelle sale dal 6 marzo.
Sospinta dal trionfo del Festival di Venezia e in attesa di rassicurazioni per eventuali nomination agli Oscar, Lucky Red spera di bissare i consensi per The Wrestler anche al botteghino: nelle sale dal 6 febbraio, il film di Darren Aronofsky e interpretato da Mickey Rourke sarà però preceduto dalla pellicola rivelazione dello scorso Festival di Cannes, Valzer con Bashir, documentario d’animazione dell’israeliano Ari Folman, candidato a 4 EFA e in lizza per entrare nella cinquina dei migliori film stranieri agli Oscar, in sala dal 9 gennaio e in anteprima nazionale tra qualche giorno al Tertio Millennio Film Fest. A marzo sarà la volta dell’altro “veneziano” Ponyo, ultimo film del maestro nipponico Hayao Miyazaki, al quale Lucky Red rende ulteriore omaggio distribuendo, stavolta a giugno, il ben piu’ antico Totoro, ancora inedito in Italia. L’insolita commedia I Love Phillip Morris con Jim Carrey ed Ewan McGregor è prevista in sala a febbraio, mentre per maggio è atteso il nuovo film di Michael Haneke, Il nastro bianco, che Lucky Red porta in Italia dopo il remake di Funny Games. Tra le anticipazioni, infine, spicca l’Antichrist di Lars von Trier, con Willem Dafoe e Charlotte Gainsbourg, e incuriosisce il remake di Fame – Saranno famosi del giovane Kevin Tancharoen, tuttora in lavorazione e previsto nelle sale a novembre. Sul fronte italiano, poi, dopo i successi de Il Divo, Lucky Red annuncia per il 2009 La prima linea di Renato De Maria, film che ha già fatto discutere ancor prima dell’inizio lavorazione. Per la “costola” KeyFilms, infine, attenzione all’horror The Haunting in Connecticut diretto da Peter Cornwell.
Confermando un trend ormai acquisito negli ultimi anni, Medusa punta invece tutto (o quasi) sul cinema italiano: dal Grande sogno di Michele Placido (film sulle agitazioni studentesche del ’68 incentrato sulla storia d’amore tra Nicola, interpretato da Riccardo Scamarcio, e Laura, interpretata da Jasmine Trinca), ora in postproduzione e pronto presumibilmente in primavera, al kolossal di Tornatore Baaria, passando per Il caso dell’infedele Klara di Roberto Faenza (con Claudio Santamaria e Laura Chiatti), Iago di Volfango De Biasi (con Nicolas Vaporidis e, ancora, Laura Chiatti), “commedia sentimentale che prende in prestito l’Otello shakespeariano per invertirne alcuni fattori, come ad esempio il fatto che in questo caso Iago ha ragione”, dice il regista, La matassa di Giambattista Avellino, che torna a dirigere Ficarra e Picone dopo Il 7 e l’8, poi il nuovo film da regista di Federico Moccia (Amore 14), il nuovo film dell’estate di Carlo Vanzina (titolo provvisorio Caraibi Last Minute), il nuovo film autunnale con Massimo Boldi (ancora senza titolo) e il nuovo film natalizio di Leonardo Pieraccioni (anche questo, ancora senza titolo): tra questi, anche lo sperimentale Sbirri, con Raoul Bova tra finzione e realtà sulle orme del reporter Fabrizio Gatti de L’Espresso, diretto da Roberto Burchielli e incentrato sulle vere operazioni dell’antidroga a Milano. Sul fronte internazionale, poi, Medusa propone l’ultimo film di Martin Scorsese (Shutter), la nuova commedia newyorkese di Woody Allen (Whatever Works), l’irriverente Bruno (con Sacha Baron Cohen), poi Defiance di Edward Zwick con Daniel Craig e il nuovo film di Costa-Gavras, Eden is West, interpretato da Riccardo Scamarcio.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy