La Rivista fa 90

Una nuova rubrica per celebrare questo importante compleanno. Un film per decennio, partendo da Il re dei re di Cecil B. DeMille
5 Aprile 2018
Eventi, In evidenza
La Rivista fa 90

Cecil B. De Mille “non ha paura di sperimentare, di sentirsi un nuovo Meliés che, invece della fantascienza, riscriva i canoni del genere religioso. Costruisce le sue icone, scuote la terra e alla fine restituisce la pace ai peccatori, anche a un Giuda disperato”,  scrive Gian Luca Pisacane sullo storico Il Primo Re (King of Kings),  il film muto del 1927 che ancora oggi brilla tra i precursori del genere dei kolossal biblici.

La Rivista del Cinematografo, per ricordare e festeggiare i 90 anni dalla sua prima pubblicazione, propone la rilettura di un grande successo mondiale, distribuito in Italia nell’anno in cui è nata. Un film per decennio, in una nuova rubrica.

Nel filone dei film biblici De Mille è un maestro, avendo girato anche I dieci comandamenti (The Ten Commandments) nel 1923 e il noto remake del 1956. Nel 1961 Nicholas Ray ha cercato di seguirne le orme, con l’omonimo Il Re dei Re, ma senza riuscire a eguagliarlo.

Parlando di King of Kings, Pisacane sottolinea come “Gli effetti speciali sono sbalorditivi per l’epoca, in un film da due milioni e mezzo di dollari che vuole descrivere anche la natura umana del suo protagonista. I primi piani lo avvicinano alla gente comune, e c’è anche spazio per l’ironia, quando i soldati romani provano a pescare i pesci miracolosi di San Pietro”.

Per leggere tutti gli articoli abbonatevi alla Rivista del Cinematografo

Affrettatevi: la campagna abbonamenti per Pasqua scade il 15 aprile! Per abbonarti clicca qui.

 

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy