La città incantata

La Giornata della Memoria tra cinema d'animazione e graphic novel: torna l'appuntamento con i Progetti Scuola ABC, giovedì 27 gennaio
La città incantata
L'uomo che scoprì l'Olocausto
“È avvenuto, quindi può accadere dnuovo: Questo è inocciolo dquanto abbiamo ddire”.
(Primo Levi – I sommersi e i salvati)
In occasione della Giornata della Memoria, ritornano i Progetti Scuola ABC, voluti dal Presidente Nicola Zingaretti e promossi dalla Regione Lazio in collaborazione con Roma Capitale, con un appuntamento della CITTA’ INCANTATA dedicato alla GIORNATA DELLA MEMORIA TRA CINEMA D’ANIMAZIONE E GRAPHIC NOVEL, in diretta streaming il 27 gennaio dalle ore 9:30 alle 12:30. Un modo per ricordare questa importante pagina di storia attraverso linguaggi e modi di espressione indirizzati alle giovani generazioni.

Dopo i saluti istituzionali di Claudio Di Berardino, Assessore alla Scuola, Formazione, Lavoro e Nuovi Diritti della Regione Lazio e di Claudia Pratelli, Assessora alla Scuola, Formazione e Lavoro del Comune di Roma, Giovanna Pugliese Responsabile Ufficio Cinema – Progetto ABC della Regione Lazio, introdurrà l’incontro condotto da Riccardo Corbò, giornalista RAI, esperto di culture giovanili e curatore di mostre sulle icone pop del mondo dei comics.

Dopo l’introduzione di Massimo Finzi, Assessore alla Memoria della Comunità Ebraica di Roma, si approfondirà LA GIORNATA DELLA MEMORIA NEL CINEMA D’ANIMAZIONE con la visione di La stella di Andra e Tati che racconta la storia vera di due sorelle Andra e Tati, ebree italiane di Fiume che avevano quattro e sei anni quando il 29 marzo 1944 vennero deportate ad Auschwitz Birkenau insieme a madre, nonna, zia e cuginetto. Su oltre duecentomila bambini deportati, pochi meno di cinquanta sopravvissero e loro si salvarono. La pellicola è stata realizzata della società di produzione di Palermo Larcadarte, per la regia di Rosalba Vitellaro, che ha curato anche la sceneggiatura insieme ad Alessandra Viola e Valentina Mazzola. Prodotto in collaborazione con Rai Ragazzi e con il Miur.

La stella di Andra e Tati

Seguirà un messaggio di Andra Tati Bucci, testimoni attive della Shoah italiana e autrici di memorie sulla loro esperienza ad Auschwitz.

La seconda parte della mattinata sarà dedicata a LA GIORNATA DELLA MEMORIA E LE GRAPHIC NOVEL. Sarà approfondito il grande valore della graphic novel MAUS di Art Spiegelman, fumettista statunitense, figlio di due deportati polacchi sopravvissuti ad Auschwitz, Vladek e Anja e autore del primo fumetto a vincere un premio Pulitzer, nel 1992. MAUS racconta la tragedia dell’Olocausto a fumetti ed è un’opera dal valore inestimabile, fondamentale per la costruzione e la conservazione di una memoria collettiva.

Maus

Seguirà l’approfondimento di importanti graphic novel insieme agli autori ed illustratori che li hanno realizzati, con i quali saranno analizzati storie e tecniche illustrative.

·      Jan Karski. L’uomo che scoprì l’Olocausto con l’autore e giornalista Marco Rizzo e l’illustratore e fumettista Lelio Bonaccorso, tra i più rappresentativi esponenti del filone di “graphic journalism contemporaneo”;

·      Una stella tranquillaRitratto sentimentale di Primo Levi con l’autore Pietro Scarnera. Una rilettura che restituisce alle nuove generazioni la complessità di una delle figure fondamentali del Novecento. Il ritorno a Torino di Primo Levi nell’agosto del 1945, dopo un anno di prigionia nel lager di Auschwitz e un viaggio di molti mesi nell’Europa dell’Est, con addosso un bisogno quasi fisico di raccontare ed essere creduto;

·      Bartali. La scelta silenziosa di un campione (di Julian Vojol e Lorena Canottiere) con l’illustratrice Lorena Canottiere. Una biografia a fumetti con le tappe, i trionfi, il mito dell’asso del ciclismo, illuminando di pari passo il Bartali più segreto. L’uomo che rischiò tutto per schierarsi con le vittime della Storia: quella decisione, di cui mai volle in seguito parlare o vantarsi, che gli è valsa il riconoscimento postumo di “Giusto tra le nazioni”.

I progetti Scuola ABC arricchiscono ed aprono ad uno sguardo altro le esistenze delle giovani studentesse e dei giovani studenti, attraverso un approccio esperienziale e il contributo di punti di vista di interlocutori, professionisti del settore e addetti ai lavori, che riflettono e si confrontano sull’importanza dell’arte, della cultura e della bellezza oggi.

I Progetti Scuola ABC sono da sempre seguiti con successo: nel triennio 2017 – 2020 hanno partecipato 170 scuole425 docenti e circa 20 mila studenti. L’edizione 2021 ha contato ad oggi la partecipazione di oltre 3000 studenti degli istituti superiori della Regione Lazio.
I Progetti Scuola ABC sono promossi dalla Regione Lazio con Roma Capitale, nell’ambito del POR-FSE Lazio 2014 – 2020/Asse III – Istruzione e formazione/Obiettivo specifico 10.1.

L’iniziativa è curata dal Progetto ABC Arte Bellezza Cultura

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy