Il Bellaria Film Festival cambia pelle

Dal 27 al 30 dicembre la36° edizione della storica rassegna dedicata al cinema indipendente. Marcello Corvino nuovo direttore artistico, ospite d'eccezione Lina Wertmüller
9 novembre 2018
Festival, In evidenza
Il Bellaria Film Festival cambia pelle

“Bellaria Film Festival”, storica rassegna italiana dedicata al cinema indipendente, si rinnova e per la 36ma edizione si presenta con un programma più ampio e con importanti novità.

Nuova la direzione artistica, affidata al produttore teatrale, musicale e cinematografico Marcello Corvino, vincitore, tra gli altri, del David di Donatello e del Bari Film Festival con il documentario È stato morto un ragazzo dedicato alla vicenda di Federico Aldrovandi.

 

Diverso anche il periodo: il festival si terrà quest’anno al Cinema Astra di Bellaria Igea Marina e in varie location della città dal 27 al 30 dicembre, con eventi durante tutta la giornata.

Ospite d’eccezione sarà Lina Wertmüller, a cui verrà consegnato un premio alla carriera.

 

“Bellaria Film Festival” quest’anno avrà come tema l’articolo IX della Costituzione Italiana (La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione), che i film in concorso dovranno declinare nel visivo.

In gara 18 documentari, suddivisi in due concorsi principali, uno per lavori di qualsiasi formato con durata massima 90 minuti (Bei Doc), uno per documentaristi under30 (Bei Young Doc), i quali saranno valutati in base alla loro inerenza e alla loro capacità di focalizzare il tema del festival.

Novità della 36° edizione, il concorso “Bei 3.0”, che assegnerà una menzione speciale al corto, lungometraggio, video, filmato o doc con miglior innovazione tecnologica.

 

Il festival dedica anche una retrospettiva al cinema internazionale con un omaggio a Luis Bacalov e alla musica nel cinema: durante la serata inaugurale verrà presentato “Una vita da film: Luis Bacalov”. Presenziano alle serate critici cinematografici del SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani), che patrocina il festival.

 

IL CONCORSO

Il Festival, che dalla sua prima edizione nel 1983 ha visto passare registi del calibro di Sorrentino, Garrone e Rosi, si rinnova per dare ancora maggiore respiro e rilievo a opere spesso estranee alle logiche dell’industria ma dall’indiscutibile spessore artistico.

Ai migliori Bei DOC e Bei Young Doc andranno premi in denaro, al doc con la miglior colonna sonora votata dal pubblico il riconoscimento in denaro “Premio Luis Bacalov”. Verranno inoltre assegnate menzioni speciali.

Il pubblico assegnerà il premio al doc con la miglior colonna sonora. Le opere con innovazioni tecnologiche saranno invece selezionate da studenti dell’ITS Rossellini di Roma e premiate da una giuria di studenti dell’Università di Bologna.

 

Partner principali di Bellaria Film Festival sono: Regione Emilia Romagna, Comune di Bellaria-Igea Marina, Romagna Banca, Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani, IL MIO DOCUMENTARIO-portale sul cinema documentario, Associazione Documentaristi Italiani, Associazione Documentaristi dell’Emilia Romagna, UNIBO Università di Bologna Alma Mater Studiorum,  Consorzio QN.

 

www.bellariafilmfestival.org

Lascia una recensione

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy