Globi d’Oro, le candidature

Cosa sarà guida con cinque nomination, segue L’incredibile storia dell’isola delle Rose con quattro. A Giuliano Montaldo il riconoscimento alla carriera. Cerimonia di premiazione il 30 settembre
12 Luglio 2021
In evidenza, Premi
Globi d’Oro, le candidature
Cosa sarà di Francesco Bruni

Annunciate le terne dei finalisti della sessantunesima edizione del Globo d’Oro, il prestigioso premio organizzato dall’Associazione Stampa Estera in Italia per premiare il valore e il merito che registi, attori, attrici e produttori hanno realizzato nell’ultimo anno. I premi saranno consegnati il 30 settembre a Roma.

 

Miglior film
Cosa sarà
Lacci
Le sorelle Macaluso

 

Miglior regia
Francesco Bruni – Cosa sarà
Emma Dante – Le sorelle Macaluso
Daniele Lucchetti – Lacci

 

Migliore Opera Prima
L’agnello di Mario Piredda
Paradise, una vita nuova di Davide Del Degan
Regina di Alessandro Grande

 

Miglior Commedia
Il grande passo
L’incredibile storia dell’isola delle rose
Paradise, una nuova vita

 

Miglior serie TV
Il Commissario Ricciardi
Speravo de mori’ prima
Suburra

 

Miglior Attrice
Valeria Bruni Tedeschi – Gli indifferenti
Simona Malato e Donatella Finocchiaro – Le sorelle Macaluso
Alba Rohrwache – Lacci

 

Miglior attore
Elio Germano – L’incredibile storia dell’isola delle Rose
Renato Pozzetto – Lei mi parla ancora
Kim Rossi Stuart – Cosa sarà

 

Giovane Promessa
Mattia Garaci – Padrenostro
Cristina Magnotti – Fortuna
Nora Stassi – L’agnello

 

Miglior Colonna Sonora
Michele Braga – L’incredibile storia dell’isola delle Rose
Matteo Carratello e Stefano Ratchev – Cosa sarà
Mattia Carratello e Stefano Ratchev – Padrenostro

 

Miglior Fotografia
Cesare Bastelli – Lei mi parla ancora
Daniele Ciprì – Il cattivo poeta
Michele D’Attanasio – Padrenostro

 

Miglior Sceneggiatura
Francesco Bruni – Cosa sarà
Sydney Sibilia e Francesca Manieri – L’incredibile storia dell’isola delle Rose
Michael Zampino, Heidrun Schleef e Giampaolo Rugo – Governance

 

Premio alla Carriera
Giuliano Montaldo

 

Premio Italiani nel Mondo, un riconoscimento speciale a chi si è distinto in un’opera cinematografica su una realtà non italiana
Miss Marx

 

Miglior documentario
Fuori era Primavera
Veleno
La Verità sulla Dolce Vita

 

Miglior cortometraggio
La stanza più fredda
Tempi morti
L’ultimo whisky con il cappellaio matto

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy