Finestre resistenti

Le proiezioni della Resistenza a Roma e Bologna per raccontare la Liberazione: un evento promosso da 6000 Sardine e Alice nella Città
Finestre resistenti

Due città, circa 60 finestre, un festival spontaneo e diffuso che il 24 aprile alle 21.30 racconterà la Liberazione d’Italia dal nazifascismo attraverso i muri e i monumenti avvolti nel silenzio della quarantena. Due vite che si incontrano: quella di chi proietta e decide di uscire da sé stesso e da un’accettazione passiva della quarantena e quella di chi diventa schermo e quindi parte integrante di un racconto che unisce passato e presente.

L’iniziativa Finestre Resistenti si inserisce nella kermesse #CinemaDaCasa lanciata da Alice nella Città che, a partire dall’Italia, ha già coinvolto decine di città in tutto il mondo. Attraverso un Evento Facebook dedicato sarà possibile seguire i preparativi, informarsi per partecipare, scoprire la selezione di film e documentari e la mappa delle proiezioni che verrà aggiornata di giorno in giorno. A Bologna lo schermo principale sarà gestito da Cineteca di Bologna e Teatro Comunale, che per l’occasione proietteranno dalla terrazza del teatro sui muri di Piazza Verdi il documentario di Paolo Soglia e Lorenzo K. Stanzani, The Forgotten Front, un lavoro di ricerca di oltre un anno che è riuscito a mettere insieme le immagini e i racconti della Resistenza felsinea.

Un festival del Cinema senza spettatori, che ben si inserisce nell’anomalia di questo periodo, in due città dove “cinema” e “Resistenza” non sono parole qualunque. Spontaneità e autogestione sono invece le parole d’ordine degli organizzatori che ci tengono a sottolineare la libertà e la facilità di adesione: “basta un proiettore, un palazzo relativamente vicino di fronte alla finestra di casa e quel desiderio di partecipare che ormai è il segno distintivo sia di #cinemadacasa che delle sardine”.

Sull’Evento Facebook “Finestre Resistenti” e sulla Pagina Facebook “Cinema da Casa” verrà pubblicato un elenco contenente proposte di clip a tema suggerite dal quale attingere per prendere parte al festival. In linea con la normativa SIAE che consente la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di spezzoni di immagini e musiche a bassa risoluzione per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro.

L’iniziativa lanciata da Alice nella Città e 6000 Sardine ha già raccolto le adesioni di Cineteca di BolognaTeatro Comunale di BolognaAbout Bologna MagazineVelostazione DynamoNarrandoBoINstabile PortazzaElenfantANPIAccademia del Cinema italiano Premio David di DonatelloCasa del Cinema di RomaFondazione Cinema per RomaAAMOD Archivio audiovisivo del movimento operaioCSC Cineteca NazionaleIED Istituto europeo di Design di Roma e tanti altri che si stanno aggiungendo in queste ore.

L’invito è ovviamente aperto a tutte le città che vorranno partecipare. “L’incontro tra Alice nella Città e 6000 Sardine ha permesso che Roma e Bologna fossero le due città apripista. L’intenzione è però quella di allargare il festival a tutte le città d’Italia. Abbiamo già dei riscontri da Ferrara e Modena, Torino ; Catania ; Pisa; Cagliari  ma siamo sicuri che la lista si allungherà, anche all’estero.” Grazie all’hashtag #finestreresistenti sarà possibile fare una raccolta delle proiezioni e montarle in un unico video ricordo di quella che si preannuncia una vigilia dell’Anniversario della Liberazione unica.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy